VINO: Subito un successo la MCDLXV del Podere Fortuna

Un battesimo davvero positivo per l’ultimo nato del Podere Fortuna,  il Pinot Nero “riserva”, ottenuto da una selezione di uve dei vari vigneti, che è stato “battezzato” MCDLXV (ovvero 1465) in ricordo della prima vendemmia documentata del Podere Fortuna, quella appunto del 1465, quando la proprietà fu ereditata da Lorenzo il Magnifico e tutte le produzioni furono annotate negli archivi ancora conservati a Firenze.

La recente Guida dell’Espresso, infatti, assegna 17/20 e ben quattro bottiglie al MCDLXV annata 2007, la prima uscita dalla cantina di Alessandro Brogi, accompagnando tale valutazioni con un giudizio estremamente positivo. “L’esordio del MCDLXV, si legge,  rilancia decisamente le quotazioni del Pinot Nero nell’area del Mugello, ma conferma anche la serietà d’intenti della proprietà”.

“Questo primo giudizio che ancora una volta premia il nostro lavoro è sicuramente gratificante perché, da un lato,  ci conforta nelle scelte fatte e dall’altro ci stimola, insieme al nostro agronomo ed enologo Andrea Paoletti, a proseguire nella continua ricerca della qualità che caratterizza tutti gli aspetti del nostro lavoro, dalla cura maniacale dei vigneti alla corretta interpretazione dell’annata al momento della vinificazione. Diciamo che questa valutazione è la ciliegina sulla torta per il nostro decimo anno di attività”.





{lang: ‘it’}
Print Friendly