Vicchio – Positivo rendiconto di bilancio 2015 – Avanzo di amministrazione positivo, un basso livello di indebitamento ed il rispetto dei parametri di spesa

Un avanzo di amministrazione positivo, un basso livello di indebitamento ed il rispetto dei parametri di spesa previsti dalla legge, il tutto senza aver aumentato tasse ed imposte per i cittadini. Questo è il quadro del rendiconto di bilancio 2015 presentato ed approvato nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale di Vicchio.

Il risultato della conciliazione di competenza e di amministrazione per il Comune di Vicchio presenta infatti una situazione positiva come dimostra l’avanzo di amministrazione pari a 348.455 euro. Un avanzo che l’Amministrazione vicchiese ha scelto di accantonare in larga parte (313 mila euro) nel Fondo Crediti di dubbia esigibilità, oltre a 21.536 euro vincolati per legge ed ai restanti 13.918 vincolati agli investimenti per la realizzazione dei lavori alla scuola elementare.

Buone notizie anche per quel che riguarda il patto di stabilità interno, rispettato con un segno positivo di 8 mila euro sui 709 mila indicati come saldo obiettivo. Tutti i vincoli di legge sulle spese sono quindi stati rispettati, e legittimamente sono stati accantonati oltre 330mila euro in fondi crediti e spese per rischi futuri, a tutela di entrate che si verificheranno durante l’intero 2016.

Con soddisfazione – ha commentato l’assessore al Bilancio Laura Bacciotti nella sua relazione –  possiamo sottolineare che il limite per l’indebitamento si è attestato nel nostro Comune al 2.62%, a fronte di un limite massimo previsto dalla legge per il 2015 del 10%”.

Anche sul fronte residui si possono evidenziare ottimi risultati per quel che riguarda il riaccertamento e la riscossione dei residui. Infatti, solo 180mila euro di questi, su quasi 5 milioni complessivi, sono residui con anzianità maggiore di 5 anni; una percentuale minima che dimostra il buon lavoro svolto nell’ultimo anno in materia di controllo e riscossione.

Anche l’organo di revisione ha espresso parere favorevole all’approvazione del rendiconto per l’anno 2015.

Da sottolineare inoltre – conclude l’assessore Bacciotti – come nel 2015 non siano stati riconosciuti e finanziati debiti fuori bilancio così come mi preme ricordare il dato sulla tempestività dei pagamenti che con un indice annuale di 54,07 giorni rimane ben al di sotto rispetto ai 60 giorni stabiliti dalla legge”.

 

{lang: ‘it’}
Print Friendly