Vicchio – Festeggiati i Donatori di Sangue Fratres

Sabato 24 giugno ’17, nella Pieve di S. Giovanni a Vicchio, dopo la Messa concelebrata da Don Giuliano Landini e Don Francesco Vannini, sono stati festeggiati i Donatori di Sangue Fratres. Si tratta ormai di un appuntamento tradizionale per una quantità di cittadini che, nella loro quasi disarmante normalità – che a volte sconfina addirittura nella ritrosia -, offrono costantemente un servizio decisivo per il benessere dell’intera comunità. Si aggiunga che l’Associazione Donatori di Sangue Fratres, come del resto le altre associazioni di donatori, costituisce anche un punto di riferimento sicuro e fondamentale – contrariamente a frequenti voci incontrollate che girano sui social –  per quanto riguarda l’informazione sulla donazione di sangue, in generale e in casi specifici.

Un ricordo doveroso quanto commosso è andato ai donatori che in questo ultimo anno hanno concluso la loro vicenda terrena: Gino Baldini, Emilio Bonanni, Luigi Gabellini e Daniele Lisi. Un omaggio particolare è stato fatto a Umberto Roselli, che per la sua lunga e instancabile attività è sempre stato unanimemente considerato una vera colonna per i donatori vicchiesi.

Fabio Banchi, Simone Callisto, Paolo Cioni, Giulio Generini, Roberto Staccioli, hanno avuto un diploma di benemerenza per avere effettuato almeno 8 donazioni.

Una targa argentata per  25 o più donazioni è stata consegnata a Silvia Fabbri e Simone Vallucci.

Filippo Bonaiuti, Andrea Dreoni e Simonetta Vestri hanno infine meritato, per aver superato le 50 donazioni, una targa a pergamena argentata.

L’estate rimane il periodo in cui la disponibilità di sangue è inferiore alla norma. Dall’Associazione, terminati i riconoscimenti, è stato lanciato quindi un appello a tutti i donatori, perché compiano almeno una donazione prima della partenza per le meritate ferie.

 

{lang: ‘it’}
Print Friendly