Una troupe di LA7 a Borgo San Lorenzo per raccontare un caso umano importante

In questi giorni, una troupe della tv LA7 e specificatamente della trasmissione dell”Aria che Tira”, che va in onda al mattino e condotta dalla giornalista Myrta Merlino, ha fatto visita alla signora Carla esodata e non salvaguardata dal welfare italiano grazie a un balzello della nuova legge di stabilità che non riconosce l’assistenza al coniuge in base alla legge 104 cosa che invece è possibile solo per i figli. Il servizio realizzato dalla bravissima giornalista Susanna Bonfanti, è andato in onda questa mattina ed ha raccontato il calvario  della signora Carla.

La signora Carla in ordine ha preso: congedo straordinario in base alla legge 104 x assistere il marito, poi ha preso aspettativa non retribuita poi si è licenziata e ora ha dovuto pagare il riscatto dei periodi di aspettativa non retribuita ben 12 mila euro.

Il pagamento di questi contributi, le permetterà di andare in pensione ad agosto a 62 anni e poter rimanere accanto al proprio marito per assisterlo.

carla 1

E’ bene sottolineare che le è stata accanto per tutte le pratiche del caso, l”ufficio  Inas Cisl di Borgo San Lorenzo, uno dei tanti Patronati che ogni anno sono soggetti a riduzione finanziamenti. Strutture, secondo alcuni che  pesavano sul sistema welfare italiano, ma come si può ben vedere da questo caso, sono organizzazioni al servizio veramente di chi è in difficoltà e che vuole veder  riconosciuti i propri diritti; anche quello dell’assistenza al proprio marito.

Nel video, girato prima all’ospedale, poi negli uffici della Cisl di Borgo San Lorenzo e infine a casa della signora Carla, si potranno ascoltare gli ulteriori dettagli di questa storia che davvero fa pensare, come dice il marito della signora alla fine del filmato che “si prende dalla parte più debole”.

 

Il link del servizio di LA7

http://www.la7.it/laria-che-tira/video/storia-di-carla-esodata-e-non-salvaguardata-16-02-2016-174833

 

Fabio Ceseri

{lang: ‘it’}
Print Friendly