UMDC MUGELLO: Messa “Il Mugello in ritardo bocciato da Regione” Bettarini “Giudizi approssimativi”





Botta e risposta tra opposizione e vertice dell’Unione dei Comuni del Mugello per quanto riguarda la gestione dell’Ente.

Il primo “dardo” lo scaglia Paolino Messa, capogruppo PDL all’interno del consiglio dell’Unione mugellana.

“La Regione Toscanaboccia l’Unione Montana dei Comuni del Mugello. Nelle scorse settimane, spiega Messa, gli uffici regionali hanno analizzato le unioni comunali nate in gran parte a seguito dell’estinzione delle comunità montane. Il risultato che ne è scaturito è inesorabile: 14 su 22 non posseggono i requisiti previsti dall’art. 90 della L.R.T. n. 68/2011 (cosiddetta riforma Nencini) e pertanto non riceveranno il previsto contributo regionale. Tra queste vi è l’Unione Montana dei Comuni del Mugello.

Nel  comunicato dato allastampanello scorso mese di marzo, con cui denunciavo il colpevole ritardo della concreta messa in atto dell’Unione Montana dei Comuni del Mugello fui, purtroppo, buon profeta.”

Secondo Messa, questo è il risultato dell’immobilismo di organi (Presidente, Vice Presidente e Giunta) che sin dai primi passi hanno dimostrato inadeguatezza ed arroganza.

In sette mesi circa di vita l’U.M.C.M., oltre a non coinvolgere il Consiglio che in sporadiche e “necessarie” occasioni, è riuscita solo a: presentare un bilancio di previsione che ha destato non poche perplessità; fare entrare  in “giunta” tutti i sindaci, eliminando la “conferenza dei sindaci” (come previsto dalla riforma Nencini), senza peraltro ridistribuire le deleghe; formare le commissioni consiliari; istituire la tassa di soggiorno che ha creato molto malcontento, per forma e tempistica, tra gli operatori del settore.

“Per il resto, conclude Messa, il nulla assoluto, di funzioni associate ancora non se ne sente ancora parlare. Tutto prosegue sulla falsa riga dell’estinta Comunità Montana del Mugello.

L’attuale situazione di stallo dell’Unione Montana dei Comuni del Mugello è una vera e propria situazione fallimentare che, oltre a condannare l’ente a non ricevere il contributo regionale,  potrebbe mettere a serio rischio le importanti deleghe che gli sono state assegnate, tagliando di fatto importanti e necessarie risorse economiche al territorio mugellano. A questo punto è lecito chiedersi quanto costerà questo fallimento ai mugellani? Tutto questo è l’ennesimo segnale che il “sistema toscano” portato ad esempio dalla sinistra toscana sta mostrando inesorabilmente ed inevitabilmente tutte le sue crepe.”

Ovviamente la pensa in maniera diversa il Presidente dell’Unione dei Comuni, nonchè Sindaco di Borgo San Lorenzo, Giovanni Bettarini.

“Così come prevede la legge regionale 68/2011, periodicamente vengono effettuate delle verifiche sui requisiti che le unioni comunali devono rispettare secondo la legge stessa, spiega Bettarini.

Sono verifiche periodiche, svolte a ‘lavori in corso’ e non pregiudicano assolutamente niente. I termini, infatti, per adeguare lo statuto dell’unione scadono il 30 settembre. Stiamo lavorando perché a quella data tutto sia a posto: non è certo un lavoro facile con un territorio vasto di 9 comuni e norme da variare, però stiamo procedendo secondo i tempi previsti.

Personalmente, conclude il Presidente dell’Unione dei Comuni, ritengo che il capogruppo Pdl Paolino Messa farebbe meglio a informarsi prima di sparare giudizi così approssimativi. Non so di quale arroganza parli, sicuramente arrogante è l’atteggiamento di chi, essendo poco e male informato, si lascia andare a valutazioni gratuite su chi lavora seriamente.”





{lang: ‘it’}
Print Friendly

Trackbacks

  1. […] Messa, gli uffici regionali hanno analizzato le unioni comunali nate Continua a leggere la notizia: UMDC MUGELLO: Messa “Il Mugello in ritardo bocciato da Regione” Bettarini “Giudizi approssimat… Fonte: […]