Rubrica “Scodinzolando s’impara” – IL RELAX NEL CANE: UN PO’ DI SANA TRANQUILLITA’!

Una delle difficoltà che le famiglie dei quattro zampe lamentano maggiormente è quella di avere un cane troppo vivace ed esuberante da gestire in alcuni contesti (bar, ristoranti, a casa propria, etc.)

Spesso, anche nel contesto familiare, il cane non riesce a stare tranquillo e, invece di rilassarsi, si diverte a correre, mordere, “rubare” oggetti e rosicchiare mobili e poltrone di casa.

I proprietari in preda al panico e alla rabbia cercano di bloccare il comportamento indesiderato urlando e rimproverando il cane senza sapere che così facendo aumentano il suo stato di eccitazione.

Altre volte, invece, si è portati a pensare che la soluzione migliore sia quella di portare fuori la piccola peste, farla correre e “sfogare” magari lanciandole una pallina o un bastone da rincorrere. Così facendo il cane potrà essere più stanco ma non di sicuro più rilassato.

foto 1 calma

fonte: lapulceeiltopo.blogfree.net

 

Ma come dobbiamo comportarci allora?

 

Non ci rimane altro da fare che imparare un po’ il “canese” ovvero comunicare nel modo più comprensibile per lui.

Come si è già detto, urlando e rimproverandolo non facciamo altro che agitare maggiormente il cane; la cosa migliore in questi casi è non dare particolare attenzione al pelosetto nei suoi momenti di follia.

I nostri rimproveri possono soltanto incrinare o non favorire una relazione corretta nei suoi confronti.

Che considerazione avreste del vostro migliore amico se vi urlasse in faccia al posto di parlarvi e spiegarvi cosa è giusto fare?

Dovremo, invece, premiare il cane con un premio ogni volta che fa qualcosa di giusto, come ad esempio, quando è sulla sua copertina tranquillo e rilassato.

Premiare il cane sulla sua copertina/cuscino ci aiuterà a creare un punto di riferimento sicuro anche per quando, ad esempio, lo vorremo portare a dormire con noi fuori casa.

 

Premiare è sempre meglio che punire!

Il premio, che sia una coccola o un bocconcino, non farà altro che aumentare la probabilità che quel determinato comportamento possa essere ripetuto.

Questi importanti accorgimenti non devono farci dimenticare  che la calma di un cane non va solamente considerata come un mezzo per favorire la sua gestione ma è importante anche per la vita del cane stesso”.

foto 2 calma

fonte: foto di Massimo Bonon

 

Quali sono le attività che possono aiutarci?

 

Sicuramente ci sono attività che possono aumentare la vivacità del cane ed altre che, invece, possono aiutarci a favorire un comportamento più tranquillo.

Come ho accennato in precedenza, far correre all’impazzata il nostro quattro zampe non servirà granché; piuttosto è consigliata una bella passeggiata tranquilla in campagna o per i boschi e, se non si ha la possibilità di poterlo sciogliere, è consigliato un guinzaglio lungo per dar lui l’opportunità di compiere le sue indagini olfattive e perlustrare nuovi ambienti.

 

20160411_S_ita_FamilyMassy_Massy_7948 (1)

foto di Massimo Bonon

Per favorire la sua calma, sia in casa che in altri contesti, potremmo concedergli un oggetto da rosicchiare, come un osso di bufalo o nervetti essiccati che si trovano facilmente in commercio.

La masticazione infatti aiuta tantissimo a far rilassare il cane perché durante questo processo vengono rilasciate endorfine, sostanze prodotte dal cervello che favoriscono uno stato di appagamento.

 

Simona Pierantoni

Educatrice cinofila

 

{lang: ‘it’}
Print Friendly