Regione Toscana progetto “Piccoli Grandi Musei”. Inserito anche il Museo della Manifattura Chini

museo_chini

C’è anche il Museo della Manifattura Chini di Borgo San Lorenzo tra i luoghi individuati dalla Regione Toscana, per l’edizione 2015 del prestigioso progetto “Piccoli Grandi Musei”.

L’iniziativa permetterà, tra l’altro ai possessori del “Pass Toscana ‘900” di effettuare visite guidate gratuite, pagando solo il biglietto ridotto di ingresso al museo (1,50€). Tali visite, si svolgeranno alle ore 11 di tutte le ultime domeniche del mese, a partire da domenica prossima, 28 giugno, fino a dicembre e non è richiesta la prenotazione. Per coloro che non avessero il Pass è possibile ottenerlo al momento, pagando il biglietto intero d’ingresso al museo (3,00 euro).

Per ulteriori informazioni si può chiamare lo 0558456230, scrivere a info@villapecori.it o consultare il sito www.museochini.it

L’iniziativa, promossa da Regione Toscana, Ente Cassa di Risparmio di Firenze con la partecipazione della Consulta delle Fondazioni bancarie toscane e la collaborazione dei Comuni interessati, punta a far conoscere un autentico ed importante sistema museale diffuso sul territorio toscano con l’obiettivo di favorirne la conoscenza ed ampliarne la platea dei visitatori.

Quest’anno il progetto si arricchisce andando a scoprire l’arte della Toscana del ‘900, grazie ad una guida che porterà per mano i visitatori in oltre 100 tra musei e luoghi d’arte che segnano il percorso moderno e contemporaneo della cultura in regione.

Una guida, un’App in quattro lingue, 11 mostre, 18 eventi collaterali, 109 musei, 7 itinerari turistici, un pass, visite guidate e proposte didattiche che permetteranno di raccontare attraverso tante voci diverse, 100 anni d’arte della nostra regione ed oltre 450 artisti diversi.

Tra i musei capofila dei vari territori della regione c’è anche il Museo della Manifattura Chini di Borgo San Lorenzo. Il museo, inserito nello splendido scenario di Villa Pecori Giraldi, documenta i vari periodi di attività della famiglia Chini nei settori della ceramica e del vetro, attraverso una raccolta di manufatti in maiolica e grès, di vetrate e bozzetti preparatori. Una segnalazione che è motivo d’orgoglio per l’amministrazione comunale borghigiana che, come ricorda il suo assessore alla cultura, prosegue il proprio impegno volto a valorizzare il già ampio patrimonio artistico presente sul territorio, attraverso anche iniziative come queste. Il museo Chini è stato dunque individuato tra le eccellenze toscane del ‘900 ed è entrato a far parte di questo prestigioso progetto attraverso il quale la Regione, così come il Comune di Borgo San Lorenzo, vuol ribadire come la cultura sia vero motore di sviluppo, di competenze diverse e di indispensabili risorse umane.

“Un’opportunità ulteriore, spiega l’assessore alla cultura, Cristina Becchi, per conoscere ed apprezzare questa nostra eccellenza, che come vediamo è considerata a livello regionale. Villa Pecori ed il Museo in essa contenuto stanno diventando sempre più polo culturale del nostro paese, come dimostrano le tante iniziative effettuate e quelle in programma.”

{lang: ‘it’}
Print Friendly