Protezione civile – Importante corso di formazione per i volontari su l’utilizzo della motosega

corsomotosega 1

Visti i danni provocati dalla tromba d’aria di qualche mese fa, si rende necessario sapere come liberare una strada da un albero caduto o un tronco spezzato che isola una località, abbattere una pianta instabile che può rappresentare un reale pericolo per l’incolumità pubblica oppure danneggiare un’abitazione o un’auto. Saper utilizzare con precisione e in sicurezza una motosega può permettere di intervenire più rapidamente e con più efficacia in situazioni d’emergenza o di rischio. Come la tempesta di vento del 5 marzo scorso che ha devastato la Toscana, provocando ingenti danni anche in Mugello.

L’Unione montana dei Comuni del Mugello ha così organizzato con l’Ufficio Associato di Protezione civile un corso di addestramento per l’utilizzo della motosega rivolto ai volontari di Misericordia, Anpas e Vab, tenuto da addetti della cooperativa accreditata dalla Regione Toscana “L’Orologio”. Sedici i volontari che hanno conseguito l’abilitazione dopo aver partecipato alle attività teorico-pratiche svoltesi presso la centrale operativa di Protezione civile a Borgo San Lorenzo e il bosco demaniale in località San Giusto a Fortuna nel comune di Scarperia e San Piero.

Se la parte teorica ha riguardato componenti della motosega, manutenzione, dispositivi di protezione individuale, comportamenti idonei per operare in sicurezza, tecniche di abbattimento alberature, le prove pratiche sono consistite in dimostrazioni di taglio, tagli di sezionatura e tagli speciali, abbattimento di piante inclinate e in contro pendenza, con esercitazioni per i volontari.

“Grazie alla collaborazione tra il nostro Ufficio Associato di Protezione civile e le associazioni di volontariato, una risorsa preziosa e fondamentale – sottolinea il presidente dell’Unione montana dei Comuni del Mugello Federico Ignesti -, abbiamo attivato questo corso che ci permette come territorio di avere a disposizione personale di volontariato formato e preparato, in grado di collaborare a supporto dei Comuni in situazioni d’emergenza o eventi atmosferici eccezionali”.

Il corso sarà replicato a settembre.

 

{lang: ‘it’}
Print Friendly