Piano Strutturale Mugello – “Ascolto del territorio” con 6 tavoli tematici

Sei tavoli tematici per “incontrare e ascoltare il territorio”, verso il Piano Strutturale Intercomunale del Mugello. Dopo gli incontri pubblici di presentazione del Processo partecipativo per la redazione del Piano Strutturale del Mugello, scatta ora l’“Ascolto del territorio” con i tavoli tematici che si terranno il 19 e 20 dicembre dalle 9 alle 16,30 presso l’Unione Montana dei Comuni del Mugello. A partecipare sono stati invitati in particolare associazioni, categorie economiche e sociali, amministratori pubblici, ordini professionali.

La redazione del Piano Strutturale Intercomunale, come previsto dalla legge regionale toscana 65/2014 sul governo del territorio, è accompagnata, in tutte le sue fasi, da un ‘Percorso di Partecipazione’ che coinvolge varie realtà locali. Un percorso partecipativo per confrontarsi sull’“idea di Mugello” e contribuire attivamente con proposte, suggerimenti, osservazioni, stimoli.

Sei gli ambiti tematici e i relativi tavoli: “Sistema produttivo, manifatturiero, industriale e artigianale e commerciale”; “Sistema del Patrimonio culturale, artistico e paesaggistico e dell’ospitalità turistica”; “Sistema della mobilità, trasporto e connettività; Sistema delle risorse ambientali: la gestione della risorsa acqua e le fonti di energia rinnovabile”; “Sistema agro-silvo-pastorale e della filiera agroalimentare”; “Sistema della qualità degli insediamenti: abitare, centralità degli insediamenti, spazio e servizi pubblici”.

“Chiamiamo il territorio per ascoltarlo, per confrontarci su quello che è oggi il Mugello e su ciò che vogliamo sia domani – afferma il presidente dell’Unione dei Comuni del Mugello Paolo Omoboni -. Due giornate, sei tavoli tematici, e ci auguriamo un’ampia partecipazione, per ‘Pensare e Fare Mugello’ discutendo e confrontandosi su punti di forza e debolezza, sugli aspetti positivi e le criticità, sugli obiettivi e le priorità. Cercheremo tutti insieme di raccontare il territorio e – continua – delinearne lo sviluppo dei prossimi anni. E’ un cammino che iniziamo con questi due primi appuntamenti”.

I tavoli tematici, si spiega, sono pensati come “interviste collettive finalizzate a produrre un primo ritratto condiviso in termini di potenzialità e criticità che il territorio del Mugello esprime da un punto di vista territoriale e a individuare alcune prime linee di intervento da inserire nel Quadro Conoscitivo del costruendo Piano Strutturale Intercomunale”.

Martedì 19 dicembre il confronto verterà su “Sistema produttivo, manifatturiero, industriale e artigianale e commerciale, dalle 9 alle 11, “Sistema del Patrimonio culturale, artistico e paesaggistico e dell’ospitalità turistica” dalle 11,30 alle 13,30, e “Sistema della mobilità, trasporto e connettività”, dalle 14,30 alle 16,30. Si prosegue mercoledì 20 dicembre confrontandosi invece su “Sistema delle risorse ambientali: la gestione della risorsa acqua e le fonti di energia rinnovabile” , dalle 9 alle 11, “Sistema agro-silvo-pastorale e della filiera agroalimentare”, dalle 11,30 alle 13,30, ed infine “Sistema della qualità degli insediamenti: abitare, centralità degli insediamenti , spazio e servizi pubblici”, dalle 14,30 alle 16,30. Il processo partecipativo continuerà nel mese di gennaio realizzando una serie di interviste in profondità ad alcune figure locali che rappresentano un punto di vista qualificato sul territorio, che non sono stati raggiunti con i tavoli di lavoro, al fine di un ampio coinvolgimento di soggetti eterogenei e diversificati.

{lang: ‘it’}
Print Friendly