Palazzuolo sul Senio – Quattro domeniche tra castagne, mercatini, enogastronomia tipica di stagione e divertimento

 

palazzuolo 3

Marrone protagonista dell’autunno appena iniziato a Palazzuolo sul Senio. Ed in particolare il Marrone del Mugello IGP che sarà il “re” delle domeniche 4, 11, 18 e 25 ottobre nel piccolo ma attivissimo centro dell’Appennino tosco-emiliano. Come ormai tradizione, torna la “Sagra del Marrone de dei frutti del sottobosco – Vivi l’Autunno”, suggestiva parentesi turistica ed enogastronomica che Palazzuolo sul Senio dedica ad uno dei prodotti tipici di queste terre ma non solo: funghi, tartufi, frutti del sottobosco, grezzi e trasformati, saranno esposti, venduti e degustati in una variegata e profumatissima mostra–mercato allestita nel cuore del borgo medievale. Occasione per soddisfare il palato e trascorrere ore di grande serenità, favorite dall’ospitalità della gente palazzuolese, dalla possibilità di raccogliere personalmente il prodotto nei castagneti, dall’atmosfera paesana rallegrata da musica, folklore e stand gastronomici e trucca bimbi per le Vie del Borgo.

Tutte le domeniche di ottobre così, a partire dalle 11, in piazza IV Novembre e Viale Ubaldini verrà allestita la mostra mercato. Sempre in piazza sarà possibile trovare lo stand gastronomico con proposte al dettaglio di prodotti a base di marrone come la Torta, il Castagnaccio, i Topini, i Tortellini e altri prelibatezze dell’autunno come le caldarroste fumanti e il vin brulè.

Nel resto del paese le associazioni di volontariato locali organizzeranno punti di ristoro dove assaporare le prelibatezze a base di marrone e non solo. Dalle 12 alle 14.30 ad esempio presso la Casa del Villeggiante ed in piazza IV Novembre si potranno gustare il sapore autentico di menù a base di zuppe autunnali, polenta, dolci a base di marroni e molto altro per solleticare il palato.

Il “Marrone del Mugello”, che si fregia del marchio IGP, rappresenta il più importante di questa infinita varietà di specialità dell’Appennino Tosco – Romagnolo. Un frutto che ancora oggi, come dai secoli passati, viene coltivato senza l’ausilio di fitofarmaci o concimi chimici. Non a caso, per secoli, gli abitanti delle colline hanno tenuto il marrone in grande considerazione arrivando ad identificarlo come il “pane dei poveri”.

Sapori genuini che si possono trovare e quindi degustare anche nei ristoranti e nelle aziende agrituristiche locali assieme alla cacciagione, alla polenta e ai numerosi piatti tipici della stagione autunnale.

 

palazzuolo 1

E l’occasione sarà propizia anche per visitare “Germinata – Ogni terra da frutto” la mostra di ceramica di Mirta Morigi che si tiene presso l’Oratorio di Sant’Antonio. La mostra sarà visitabile dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 19 e domenica 18 ottobre, bambini ed adulti saranno guidati dal Maestro Sergio Soli e dalle Morigi Girls nella realizzazione di una ciotola grazie al laboratorio dal titolo “Io faccio ceramica”.

Motivo in più per una visita a questa suggestiva parte dell’Appennino che mostra il meglio di se in questo periodo dell’anno.

Per altre info www.palazzuoloturismo.it

 

 

 

{lang: ‘it’}
Print Friendly