MARRADI: Inaugurato un nuovo centro zootecnico a Popolano





inaugurazionecentrozootecnicoUn’agricoltura sociale. Un’agricoltura, cioè, al servizio delle persone, delle imprese e del territorio. E’ da qui che nasce il Centro Zootecnico della Comunità di Sasso-Montegianni realizzato dalla cooperativa Agri.Comes in località Popolano, nel comune di Marradi. Una struttura costruita interamente in legno e acciaio coperta da un grande tetto di legno con pannelli fotovoltaici, ispirata ai criteri dell’edilizia sostenibile e nel pieno rispetto delle norme europee sul benessere animale.

All’inaugurazione, tenutasi di recente, erano presenti oltre al sindaco di Marradi Tommaso Triberti, il presidente di Agri.Comes Amedeo Orioli, il fondatore della Comunità di Sasso don Nilo Nannini, il presidente della Comes Angelo Filipponi, il presidente dell’Unione montana dei Comuni del Mugello Giovanni Bettarini e l’assessore regionale all’Agricoltura Gianni Salvadori, il sindaco Palazzuolo sul Senio Cristian Menghetti.

“E’ un’iniziativa importante e di esempio quella che ha realizzato l’Agricomes – sottolinea il sindaco di Marradi Tomaso Triberti – perché mette insieme la solidarietà, la qualità e la ricerca: tre elementi che muovono azioni innovative e solidali di sviluppo – aggiunge – dal territorio e per il territorio”. “Un bellissimo esempio di innovazione in un settore, la zootecnia, fondamentale per il nostro Mugello”, osserva il presidente dell’Unione montana dei Comuni del Mugello Giovanni Bettarini.

L’inaugurazione si è svolta nell’ambito dell’annuale festa della Comunità di Sasso-Montegianni, ed è proseguita con un seminario su Piani Integrati di Filiera, rapporto tra agricoltura e impegno sociale e rapporto tra prodotti tipici e valorizzazione del territorio, che è stato introdotto dagli interventi dell’assessore all’Agricoltura della Regione Toscana Gianni Salvadori, del sindaco Tommaso Triberti e del presidente dell’Unione dei Comuni Giovanni Bettarini nonché del presidente di Confcooperative Firenze-Prato Stefano Meli. Sono poi intervenuti Giovanni Miccinesi, responsabile dell’Ufficio Agricoltura e Foreste dell’Unione dei Comuni; Roberto Nocentini, allevatore e presidente Nazionale di Anacli; don Nilo e Gigi Piccoli, Presidente del Consorzio Leonardo di Pordenone; Franco Spada, assessore all’Agricoltura del Comune di Brisighella; Elvio Bellini, presidente del Centro di Studio e Documentazione sul Castagno di Marradi; ed infine il sindaco di Novellara Raul Daoli in rappresentanza dell’Associazione Città Slow.

{lang: ‘it’}
Print Friendly