LIRICA: A Borgo San Lorenzo il 13 aprile Raina Kabaivanska per una “Serata d’onore”





Borgo San Lorenzo è ormai pronto per la sua “Serata d’Onore”. Venerdì 13 Aprile infatti torna sul palco del Teatro Giotto, a 18 anni di distanza dalla sua ultima apparizione, la “Regina del Melodramma” Raina Kabaivanska. Un evento esclusivo che vedrà una delle più grandi voci della storia della lirica mondiale esibirsi in esclusiva, per la prima volta nel 2012, proprio sul palco mugellano, accompagnata da alcuni dei suoi migliori allievi.

La cantante bulgara, da decenni ormai residente a Modena, dove si dedica con instancabile passione all’insegnamento presso il Biennio Superiore di Canto dell’Istituto “Vecchi-Tonelli”, si esibirà così in esclusiva per la prima “Serata d’onore” progettata e promossa dall’Associazione “Mugello DOC”, che ha avuto i patrocini del Comune di Borgo San Lorenzo, del Comune di Lastra a Signa – Città Sonora e Città di Enrico Caruso, Provincia di Firenze ed Unione Montana dei Comuni del Mugello.

Una serata diversa, non il classico appuntamento musicale, all’insegna dell’alta qualità, con un’attenta cura dei dettagli per far passare agli ospiti una serata unica nella quale per l’ambientazione, il livello musicale, il contesto creato con attenzione dagli organizzatori, si pone l’obiettivo di divenire uno dei fiori all’occhiello del calendario annuale del territorio.

Il 13 Aprile sarà così un’occasione davvero unica per ammirare dal vivo una delle più grandi esponenti della musica Lirica mondiale che si esibirà insieme ad altri quattro suoi allievi, già affermati professionisti a livello internazionale. Con Raina Kabaivanska saranno infatti sul palco del Teatro Giotto il tenore Aldo Caputo, il soprano Yeo Ji Won, il soprano Elizaveta Martirosyan, il baritono Daniel Stefanov, accompagnati dal pianoforte di Ulla Casalini.

Il programma della serata prevede l’esecuzione di 13 arie scelte tra le più note dei grandi classici della Lirica, spaziando da Mozart a Vivaldi fino a Rossini.

“Crediamo di aver creato un grande evento, afferma Marco Pullara (Ascolta l’intervista a Marco Pullara), responsabile di Mugello DOC e organizzatore dell’evento,  che, sin da questa prima edizione, si pone come obiettivo di far diventare le “Serate d’Onore” uno degli appuntamenti più importanti e di richiamo del settore con il chiaro obiettivo di continuare anche in futuro ad abbinare le più nobili espressioni dell’arte ad eventi collaterali di alto livello, legandosi al territorio che le ospiterà nel segno dell’eccellenza.”

“Assisteremo ad un evento unico e credo irripetibile, spiega il Sindaco di Borgo San Lorenzo, Giovanni Bettarini (Ascolta l’intervista a Giovanni Bettarini), con la presenza di una tra le più grandi interpreti della Lirica mondiale dell’ultimo cinquantennio; un’artista di fama internazionale che avremo modo apprezzare assieme ad altri quattro già affermati professionisti, suoi allievi. Un evento di livello internazionale, che si abbina peraltro a un fine filantropico. E questo ci fa ancora più piacere.”

La serata, sarà l’occasione per raccogliere fondi destinati alla Fondazione Raina Kabaivanska che serviranno a finanziare borse di studio e master-class riservati a giovani studenti di canto e professionisti provenienti da tutta Europa. Dal 2002 infatti Raina Kabaivanska sostiene un fondo nella Nuova Università Bulgara come continuazione della sua opera di beneficenza in Bulgaria.

Lo scopo del fondo è di incentivare i cultori d’arte, perché diano il loro aiuto ai giovani talenti bisognosi. Il fondo viene sostenuto dal Consiglio dell’amministrazione dell’Università, come parte dei suoi progetti per lo sviluppo dell’arte e degli studi.

Per questo la “Serata d’Onore” borghigiana permetterà con il suo contributo ad incentivare lo sviluppo di questa Fondazione dando un sostegno concreto alle giovani speranze artistiche della Lirica europea.

LE SCHEDE DEGLI ARTISTI IMPEGNATI

Raina Kabaivanska, soprano

Raina Kabaivanska è una delle più celebri cantanti liriche degli ultimi cinquant’anni, vera e propria “eroina del melodramma”. La sua straordinaria carriera di soprano ha inizio, dopo l’arrivo in Italia da Sofia, sua città natale, sotto la guida di Zita Fumagalli, grande artista degli anni Cinquanta. Il suo debutto avviene nel1959 aVercelli con il Tabarro di Puccini e solo due anni dopo sarà alla Scala di Milano. Da qui in poi le si aprono le porte dei più grandi Teatri del mondo, come il Metropolitan di New York, il Covent Garden di Londra, l’Opèra di Parigi, il Teatro Colon di Buenos Aires e il Bolshoi di Mosca. Diventa così la “regina” dei palcoscenici italiani, dal Regio di Parma,la Fenicedi Venezia, il San Carlo di Napoli ed il Teatro dell’Opera di Roma continuando a mietere successi con i suoi “cavalli di battaglia”, Adriana Lecouvreur, Trovatore, Tosca, Madama Butterfiy, Traviata.

Il suo vastissimo repertorio spazia dalle note di Puccini e Verdi a quelle di Gounod, Tchaikovskij, Richard Strauss, Leoncavallo, Massenet e di tanti altri compositori del panorama mondiale. Ha avuto l’opportunità ed il privilegio di lavorare a fianco delle più grandi personalità della lirica internazionale, come i direttori d’orchestra Bernstein o Abbado, lavorando inoltre con registi del livello di Pizzi o Zeffirelli o accanto a voci storiche della lirica come Del Monaco, Corelli, Domingo e Pavarotti. Sarà proprio lei ad aprire nel 2007 la cerimonia funebre del grande Luciano cantando nel Duomo di Modena, davanti a 50mila persone, l’Ave Maria di Verdi.

Da numerosi anni si dedica con instancabile passione all’insegnamento e alla divulgazione dell’opera: è docente del Biennio Superiore di Canto dell’Istituto “Vecchi-Tonelli” di Modena, sua città di residenza, e dell’Accademia Chigiana di Siena, senza contare i numerosi masterclasses in Italia e nel mondo, primo fra tutti l’annuale appuntamento a Sofia.

Talento inarrivabilela Kabaivanskaha ricevuto numerosi riconoscimenti nella sua cinquantennale carriera. Tra questi ricordiamo i premi operistici internazionali Vincenzo Bellini (1965), Viotti d’Oro (1970), Puccini (1978), Luigi Illica (1979), Claudio Monteverdi (1980), il premio dell’Accademia Medici – Lorenzo il Magnifico a Firenze (1990), il Gran premio ‘Una vita dedicata alla musica’, Venezia (2000).

E’ stata inoltre insignita del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana per valore civile ed eccezionale contributo nel campo dell’arte, e proprio lo scorso anno del titolo di Commandeur a L’ordre des Lettres e des Arts della Repubblica Francese, oltre ad altre numerose onorificenze conferitele in Bulgaria.

Aldo Caputo, tenore

Nato nel 1980 dimostra, sin da piccolo, una vivace musicalità. Trampolino di lancio per la sua brillante carriera è stato “Il Barbiere di Siviglia”: nella stagione 2001-2002 del teatro Politeama Greco di Lecce, Caputo debutta nelle vesti del Conte d’Almaviva, personaggio mai più abbandonato. Diplomatosi in canto presso il “Conservatorio Nicolò Piccinni” di Bari sotto la guida del baritono Luigi De Corato, si iscrive alla Facoltà di Conservazione dei Beni Musicali dell’Università di Lecce ove approfondisce la sua preparazione musicologica. Con il “Barbiere” inizia una rapida ed intensa carriera che lo porta a collaborare con le maggiori realtà musicali italiane e straniere.

Ulla Casalini, pianoforte

Si è diplomata in pianoforte al Conservatorio di Firenze, dove ha studiato anche musica da camera e composizione. È stata poi allieva di Bruno Mezzena per il pianoforte e di Erik Werba, con il quale ha approfondito lo studio del repertorio liederistico. È stata ospite di importanti società di concerti e come clavicembalista del “Progetto Mozart – Da Ponte” ha suonato in vari teatri di notevole fama. Collabora regolarmente con il Conservatorio Cherubini di Firenze, con l’Accademia Musicale Chigiana di Siena, con gli Amici della Musica di Firenze.

Ji Won Yeo, soprano

Yeo Ji Won si è laureata in canto all’università Seokyeong di Seoul e poi diplomata al Conservatorio Arrigo Boito di Parma e alla Scuola musicale di Milano. Ha vinto il primo premio al concorso ‘del Carmine’ a Parma, al ‘Città di Deiva Marina’ ed è stata uno dei vincitori al concorso ‘Illica’, al ‘Magda Olivero’, al ‘Piero Cappuccilli’ e al ‘Tullio Serafin’. In Italia ha partecipato al progetto ‘Imparolopera’ del Regio di Parma come interprete dei ruoli di Musetta ne “La Bohème” e di Gilda in “Rigoletto”.

Elizaveta Martirosyan, soprano

Di origine armena, nasce in Georgia e si diploma col massimo dei voti in canto e pianoforte al Conservatorio Sarajishvili di Tbilisi. Debutta nel 2000 all’Opera di Batumi con Gilda nel Rigoletto di Verdi. Frequenta i corsi di canto di Raina Kabaivanska, Shirlie Verrett e Bernadette Manca di Nissa presso l’Accademia Chigiana di Siena, esibendosi spesso in concerto con Raina Kabaivanska e nel 2003 con Luciano Pavarotti. Nel periodo 1998-2007 vince numerosi Concorsi internazionali tra i quali il Tchaikovskij di Mosca, l’Operalia a Washington ed il Vinas a Barcellona.

Daniel Stefanov, baritono

Daniel Stefanov ha studiato presso la “Nuova Università di Bulgaria”, a Sofia con Stoyan Popov. Dopo aver vinto il  Masterclass della scuola di Raina Kabaivanska e l’”America for Bulgaria Foundation” nel2010, hacontinuato i propri studi di perfezionamento in Italia sempre sotto la guida della Kabaivanska. Nel 2011 riceve il premio speciale della competizione vocale internazionale “Spiros Argiris”, e partecipa a Modena al concerto del Gran Galà in Memoria di Luciano Pavarotti.

IL PROGRAMMA DELLA SERATA

A. Vivaldi                  Sposa son disprezzata (da Bajazet)

 W. A. Mozart             Hai già vinta la causa? Vedrò mentre io sospiro (da Le nozze di Figaro)

G. F. Haendel             Lascia ch’io pianga (da Rinaldo)

G. Rossini                   Bel raggio lusinghier (da Semiramide)

G. Donizetti               Una furtiva lacrima (da L’elisir d’amore)

G. Verdi                     È strano…   Sempre libera degg’io (daLa Traviata)

G. Donizetti               Come Paride vezzoso (da L’elisir d’amore)

G. Puccini                   Chi il bel sogno di Doretta (da La rondine)

J. Massenet                 Pourquoi me réveiller (da Werther)

G. Verdi                     Madamigella Valery?  Son’io… (daLa Traviata)

F. Cilea                       È la solita storia del pastore (da L’Arlesiana)

G. Puccini                   Tu che di gel sei cinta (da Turandot)

P. I. Čajkovskij           Serenata di Don Giovanni

Costi e riduzioni:
Intero € 20,00
Ridotto € 18,00
riduzioni per: Associazioni Culturali, Over 65, Under 18, Studenti Universitari
Prevendite disponibili pressola Biblioteca ComunaleBorgo San Lorenzo, in Piazza Garibaldi, 10 Telefono: 055 8457197 o al botteghino del Teatro Giotto in Corso Matteotti, 151 Telefono: 055 8459658
Infoline: info@seratadonore.it





{lang: ‘it’}
Print Friendly