La Grande Molini mette in mobilità 17 lavoratori

La Grande Molini ha deciso di mettere in mobilità 17 lavoratori e di non ricorrere alla cassa integrazione. L’azienda pare anche essere intenzionata a non rispondere alla convocazione di un tavolo tecnico di trattativa convocato dal presidente della Regione, Enrico Rossi a Firenze per la giornata del 12 aprile.

“Questa è una posizione gravissima e incomprensibile – fa sapere in una nota scritta il sindaco Filippo Nogarin – e il fatto che il numero di esuberi su Livorno sia stato ridotto da 30 a 17 persone è solo una magra consolazione”.

Il governatore della Toscana Enrico Rossi parla di “comportamento irresponsabile”. La proposta regionale prevedeva l’utilizzo della cassa integrazione straordinaria, prevista per le aree a crisi complessa, a fronte della disponibilità dei lavoratori e dei sindacati a ridurre gli organici. I proprietari hanno invece fatto presente che intendono procedere a diciassette licenziamenti.

{lang: ‘it’}
Print Friendly