IL VANTONE di Pasolini di scena al Teatro delle Arti di Lastra a Signa

In scena al teatro delle Arti di Lastra a Signa

IL VANTONE

di Pier Paolo Pasolini

dal Miles Gloriosus di Plauto
regia Federico Vigorito
con Ninetto Davoli, Edoardo Siravo, Gaetano Aronica
e con Paolo Gattini, Marco Paoli, Silvia Siravo, Enrica Costantini, Valerio Camelin

vantone 2

Sono Ninetto Davoli e Edoardo Siravo i protagonisti dell’atteso spettacolo “Il vantone” in programma giovedì 25 febbraio al Teatro delle Arti di Lastra a Signa (ore 21 – biglietti 15/13/10 euro – incontro con gli artisti ore 19) nell’ambito della stagione 2015/2016 realizzata in collaborazione con la Fondazione Toscana Spettacolo onlus.

Si tratta del noto testo teatrale di Pier Paolo Pasolini tratto dal “Miles gloriosus” di Plauto. Lo spettacolo, affidato alla regia di Federico Vigorito, ha debuttato la scorsa estate al Festival di Spoleto. E da allora sta girando l’Italia con ottimi riscontri di pubblico e critica.

La periferia romana, un territorio “vagamente analogo al teatro di Plauto, così sanguignamente plebeo”, come annotava lo stesso Pasolini, fa da sfondo alla rilettura di una delle commedie più riuscite del mondo classico, da cui balza fino ai nostri giorni l’indimenticabile figura del miles gloriosus Pirgopolinice, soldato stolto e borioso, fiero delle sue qualità fra le lenzuola e sul campo di battaglia, affiancato magistralmente e giocato dal servo Palestrione (Ninetto Davoli).

Il ruolo di Pirgopolinice, il vantone del titolo (in dialetto romanesco “sbruffone”) è affidato a Edoardo Siravo, mentre Palestrione non poteva essere che Ninetto Davoli, attore e testimone culturale dell’esperienza artistica e intellettuale di Pasolini.

La commedia plautina è ben salda sui pilastri dell’intrigo amoroso e delle beffe del servo a carico del padrone, ma in questa versione si individua un germe importante, fondamentale: l’umanità, pietosa e rivoluzionaria. Allora diventa plausibile immaginare Efeso come una periferia qualsiasi della Roma che Pasolini ha così tanto amato, far compiere al tempo un salto di due millenni e lasciare che la storia di Pirgopolinice e Palestrione abbandoni la sua natura farsesca, allegorica, per mutarsi in una graffiante commedia sociale.

Completano il cast Gaetano Aronica, Paolo Gattini, Marco Paoli, Silvia Siravo, Enrica Costantini, Valerio Camelin. Scenografia e costumi di Antonia Petrocelli. Aiuto regia Federica Buffo. Assistente alle scene e costumi Francesca Rossetti. Musica originale di Davide Cavuti. Produzione Laros di Gino Caudai.

“Pier Paolo ce l’ho dentro – ha spiegato Ninetto Davoli in una recente intervista pubblicata su ‘Il teatro e il mondo’, la rivista della Fondazione Toscana Spettacolo onlus –. Pierpaolo amava la vita, come la amo io, e la morte l’ha subìta. Ci dovevamo trasferire in Marocco. Parlavamo spesso di questo, perché tutto quello di cui aveva scritto Pierpaolo si stava avverando, il mondo intorno a noi cambiava, non condividevamo più niente di questo Paese. Ma aveva sempre entusiasmo e passione per la vita. Voleva fare, fare e fare. Tanti parlano della morte, mettono in mezzo sempre la morte. Ma è filosofia. Noi giocavamo sempre a pallone, andavamo in giro per il mondo per cercare i set per i suoi film. Altro che programmare la propria morte! Ci divertivamo come pazzi con Pierpaolo”.

 

Biglietti
Posto unico intero 15 euro – ridotto 13 euro (10 euro ridotto under 21)
Riduzioni: under 21, over 65, soci Coop, soci BCC, soci Biblioteca Comunale e Amici del Museo Caruso, abbonati stagione teatrale 2014/2015
 
Info e prevendite

Teatro delle Arti – viale Matteotti 5/8, Lastra a Signa (FI)
tel. 055 8720058 – 331 9002510
teatrodellearti.lastraasigna.fi@gmail.compromozione@tparte.itwww.tparte.it
Orari biglietteria: martedì 10-13, mercoledì e venerdì 17-20
La biglietteria sarà aperta inoltre in tutte le serate di spettacolo e di proiezione film

 

{lang: ‘it’}
Print Friendly