GRECIA: Clamoroso furto al museo di Olimpia. Ed il ministro per la cultura si dimette





In Toscana si dice “becco e bastonato” oppure “agli zoppi, grucciate”. Ma tali detti della saggezza popolare sembrano quantomai esportabili in Grecia in questo periodo. Alle tante difficoltà del popolo, e del governo, ellenico martoriato dalla crisi economica e dalle richieste europee, adesso si aggiungono…i furti. Di quella che rimane una delle maggiori ricchezze del paese: la storia.

Oltre 60 preziosi reperti archeologici in ceramica e bronzo sono stati rubati nelle prime ore di oggi dal museo situato all’interno del sito archeologico di Olimpia. Lo riferiscono i media greci secondo cui il ministro della Cultura Pavlos Geroulanos ha già presentato le proprie dimissioni al premier Lucas Papademos. Il furto, secondo fonti della polizia, è stato messo a segno da due uomini con il volto coperto da un passamontagna entrati nel museo spaccando una vetrata a colpi di martello. Una volta dentro, i due hanno legato e imbavagliato una impiegata che si trovata già all’interno e hanno preso i reperti. Gli esperti stanno in queste ore cercando di definire il valore esatto della refurtiva.

E’ questo il secondo caso di clamoroso furto ai danni di un museo greco. Lo scorso 9 gennaio alcuni sconosciuti trafugarono dalla Pinacoteca nazionale di Atene alcune preziosissime opere tra le quali una tela di Pablo Picasso, una dell’olandese Piet Mondrian e un disegno del 17° secolo dell’artista italiano Guglielmo Caccia. Secondo una prima ricostruzione del furto, i due rapinatori hanno usato dei martelli per aprirsi la strada questa mattina alle 7,30 quando vi era una sola guardiana di servizio al museo. La donna è stata legata e imbavagliata.





{lang: ‘it’}
Print Friendly

Trackbacks

  1. […] furti. Di quella che rimane una delle maggiori ricchezze del Continua a leggere la notizia: GRECIA: Clamoroso furto al museo di Olimpia. Ed il ministro per la cultura si dimette Fonte: […]