Gorizia – Il Mugello a settembre fa il suo esordio a Gusti di Frontiera

Profumi, antichi saperi e sapori del Mugello invaderanno il nord est. Adesso è ufficiale che il Mugello quest’anno avrà un ampio ed attivo spazio all’interno della manifestazione “Gusti di Frontiera”, in programma a Gorizia dal 21 al 24 settembre prossimi. Un progetto che coinvolge vari soggetti, che per quattro giorni mostreranno a visitatori provenienti da tutta Italia, ma anche da tutta la Mittleuropa (lo scorso anno i visitatori furono oltre 600.000 nei quattro giorni), le bontà del territorio mugellano. Una doppia valenza, che parte ovviamente dal cibo, ma per spostarsi anche sulla promozione territoriale e turistica. La Pro Loco di Borgo San Lorenzo svolgerà opera di coordinamento e guida del progetto mentre la Periscopio Comunicazione quello di marketing e ufficio comunicazione della “spedizione mugellana” anche in fase di avvicinamento. L’offerta mugellana, consentirà di radunare sotto un unico tetto realtà diverse e complementari che proporranno ai visitatori una serie di proposte assolutamente di rilievo, condividendo, con pochi altri, la bandiera di rappresentanti della Toscana. I volontari dell’ASD Sagginale proporranno la cucina classica mugellana (dal tortello alla grigliata che va dalla fiorentina alle salsicce tipiche, passando per la lonza e chiudendo con vin santo e zuccherini). Il Passaguai proporrà una cucina più elaborata e moderna, pur partendo dai prodotti tipici del territorio (dai vari tipi di salumi e formaggi agli antipasti toscani; dalla battuta al coltello alle degustazioni dei vini del territorio) grazie anche alle creazioni dello chef Cristian Borchi, che vanta esperienza di promozione territoriale in viarie parti del mondo e che insegnerà anche le radici della cucina mugellana con piccoli ma significativi show cooking. MuVein-Mugello in Vetrina, contenitore di eccellenze mugellane, raccoglierà i prodotti tipici del territorio, legati al settore agroalimentare (zafferano, tartufi, marrone IGP, settore dolciario, carne, vini e birra, patate, pane del Mugello, Vodka prodotta nel territorio, ma anche i coltelli di Scarperia che sono segno di eccellenza sulle tavole di tutto il mondo) nella parte non da degustare, con confezioni eleganti e di notevole valore. Come non mancherà sulle tavole l’acqua simbolo del territorio, l’Acqua Panna, che sarà acqua ufficiale della spedizione. Inoltre alcuni artisti porteranno, come ulteriore vetrina delle nostre tradizioni, musiche e balli del territorio in Friuli, in particolare sabato e domenica. Infine all’Unione Montana dei Comuni del Mugello il compito di promozione territoriale, sia con un allestimento degli spazi con pannelli e immagini che decantino la bellezza e la storicità del territorio, sia con un apposito spazio che promuova la ristorazione e l’ospitalità mugellana. Tale presenza sarà accompagnata da alcune presenze ufficiali, di sindaci del territorio e del Presidente dell’Unione, proprio per rinsaldare la vicinanza, anche storica tra queste due terre.

Questo visto anche il rapporto storico con la città di Gorizia, legata al Mugello dalla famiglia Rabatta, partita dall’omonima frazione del Comune di Borgo San Lorenzo e che alcuni anni fa portò anche ad uno scambio culturale. E non lontano da Via Rabatta, in Via Crispi, troverà spazio l’ampio padiglione mugellano, che nasce come una sfida e che vede i soggetti coinvolti molto motivati. Dunque non resta che attendere settembre, con il Mugello che vivrà proprio a Borgo San Lorenzo, la settimana precedente, le “Vie del Gusto”, per far uscire davanti ad una ricca e spesso qualificata platea, i profumi ed i sapori del territorio.

{lang: ‘it’}
Print Friendly