Firenze – Numerosi arresti ed interventi per i Carabinieri

carabinieri 1FIRENZE. AGGREDISCE UN CONNAZIONALE PER RUBARGLI 1.000 EURO. ARRESTATO PER RAPINA DAI CARABINIERI DEL NUCLEO RADIOMOBILE.

Alle ore 20:00 circa di ieri, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile in Firenze, su segnalazione fatta alla locale centrale per un’aggressione ai danni di un cittadino del Bangladesh, sono intervenuti in via Sant’Antonino. Giunti immediatamente sul posto, hanno notato due soggetti in stato di agitazione, uno dei quali dolorante con segni sul viso e sull’avambraccio sinistro. Dai primi accertamenti è emerso che il ferito era stato aggredito fisicamente da un suo connazionale che lo colpiva sferrandogli dapprima dei pugni al torace, per poi colpirlo successivamente  con un’asta di ferro. Terminata l’aggressione gli infilava una mano nella tasca sinistra dei pantaloni e gli asportava  denaro contante per una somma complessiva di 1000 euro suddivise in banconote di vario taglio. Acquisite le notizie utili, gli operanti si sono messi subito sulle tracce del malvivente mentre la vittima è stato soccorso dal personale del 118. Dopo poco tempo i militari sono riusciti ad individuare il malvivente. I successivi accertamenti hanno permesso di rinvenire il denaro contante che è stato sottoposto a sequestro. La vittima riportava lievi ferite  mentre per il suo aggressore sono scattate le manette. Si tratta di un 27enne del Bangladesh, operaio, privo di pregiudizi di polizia, arrestato in flagranza di reato per rapina ai danni di un suo connazionale. L’uomo dopo le formalità di rito è stato tradotto presso il carcere di Sollicciano.

FIRENZE. IL PASSAPAROLA DEI COMMERCIANTI HA PORTATO ALL’ARRESTO DI UN 52ENNE CUBANO.

E’ successo ieri alle ore 14.30 circa in Via Faenza. Alcuni commercianti della zona di via Faenza hanno avvistato due soggetti noti per essere dediti al borseggio e, per tale motivo,  hanno allertato tutti gli altri negozianti tramite un semplice “passaparola”. Un dipendente di un ristorante, ove poco prima si era verificato un furto, avuta la notizia della loro presenza si avvicinava alle due persone segnalate le quali stavano effettuando un prelievo da un bancomat sito nella via. Uno dei due soggetti alla vista del dipendente si dava alla fuga mentre l’altro rimaneva sul posto. Nel frattempo, il dipendente del ristorante, chiedeva l’intervento del 112, recuperando la carta di credito inserita nello sportello bancomat che risultava essere intestata ad una donna. Vista la situazione e realizzato il fatto di esser stato scoperto, anche il secondo soggetto si dava quindi alla fuga in direzione Stazione Santa Maria Novella. Il dipendente del ristorante, senza darsi per vinto, iniziava quindi ad inseguire il soggetto e, giunti nei pressi di Piazza dell’Unità, venivano intercettati da una pattuglia dell’Arma precedentemente allertata. I militari provvedevano quindi a bloccare il fuggiasco. Da un successivo controllo veniva appurato che il malfattore aveva nella sua disponibilità una carta di credito ed un carnet di buoni pasto che risultavano essere stati rubati nel pomeriggio ad una donna che aveva già provveduto a sporgere denuncia. L’uomo un 52enne cubano, già noto alle Forze dell’Ordine per numerosi precedenti soprattutto per reati contro il patrimonio, è stato arrestato per ricettazione e tentato utilizzo indebito di carte di credito in concorso.

FIRENZE. FURTO ALL’OVIESSE DI VIALE DEI MILLE. ARRESTATI DUE FRATELLI.

Durante il tardo pomeriggio di ieri, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile, su segnalazione fatta alla centrale Operativa del Comando Provinciale di Firenze per un furto, sono intervenuti presso l’esercizio commerciale denominato Oviesse sito a Firenze in viale dei Mille. Giunti sul posto hanno presso contatti con il personale del negozio il quale riferiva di aver notato due giovani prelevare, in modo furtivo, dei capi di abbigliamento dai vari scaffali per poi dirigersi verso i camerini prova e restarci per circa mezzora per poi uscire dai camerini senza avere tra le mani nessun capo di abbigliamento. Insospettito si dirigeva verso i camerini dove notava solo due placche antitaccheggio forzate senza i capi che avevano prelevato i due; per tale motivo allertava i Carabinieri e bloccava i due soggetti, un uomo ed una donna. Questi resisi conto che erano stati scoperti riconsegnavano tutti i capi prelevati di cui solo due erano stati danneggiati in quanto era stata tolta la placchetta antitaccheggio; gli altri capi invece non presentavano danneggiamenti poiché ad essi era stato tolto solo il codice identificativo a barre. I due, un 22enne brasiliano noto alla Forze dell’Ordine per numerosi precedenti di polizia per reati analoghi, e la sorella una 20enne, incensurata, sono stati arrestati in flagranza di reato per furto aggravato in concorso.

CAMPI BISENZIO. RITROVATI BAGAGLI RUBATI A TURISTI. DENUNCIATI GLI AUTORI.

Durante la giornata di ieri, i Carabinieri della Stazione di San Piero a Ponti, a termine di mirata attività investigativa, hanno deferito in stato di libertà per il reato di furto aggravato in concorso, un 53enne ed un 37enne, entrambi tunisini e già noti alle Forze dell’Ordine. I due, nel corso dell’attività investigativa sono stati trovati in possesso di vari bagagli che risultavano essere stati rubati a cittadini di nazionalità britannica ed austriaca, in transito presso l’Aeroporto “A. Vespucci” di Firenze. Il valore complessivo della  refurtiva recuperata è pari a circa 4.000,00 euro. La stessa è stata restituita agli aventi diritto.

{lang: ‘it’}
Print Friendly