FIRENZE: Accordo Comune-ATAF, anche il biglietto via cellulare continuerà a costare 1,20 euro





Proseguendo nella sperimentazione, il costo della diversa modalità di acquisto del titolo di viaggio sarà sostenuto congiuntamente dall’Azienda di trasporto e dall’Amministrazione comunale. Si è svolta oggi pomeriggio a Palazzo Medici Riccardi una riunione alla quale hanno parteAtaf firenze bigliettocipato il Comune e la Provincia di Firenze insieme a Ataf Gestioni. L’incontro è servito a trovare una soluzione che consente, pur in un quadro economico di profonda crisi, di tutelare il potere di acquisto dei cittadini, lasciando invariato a 1,20€ il prezzo del biglietto venduto via SMS, valido 90 minuti. E’ stato quindi individuato un percorso congiunto per continuare a sostenere uno strumento innovativo e molto apprezzato dai passeggeri, dando ciascuno il proprio contributo per congelare l’inevitabile aumento del biglietto. Il prezzo del biglietto acquistabile via SMS rimane pertanto allineato al tradizionale corrispondente biglietto cartaceo. Proseguendo nella fase di sperimentazione, il costo della diversa modalità di acquisto sarà sostenuto congiuntamente dall’Azienda di trasporto e dall’Amministrazione comunale. I partecipanti alla riunione hanno sottolineato come la soluzione adottata si inserisca in un quadro di grande incertezza riguardo le risorse disponibili per il settore del trasporto pubblico locale ed in particolare per l’Azienda Ataf che vive in queste settimane un processo di riorganizzazione particolarmente delicato. Pertanto le evoluzioni del contesto di riferimento saranno determinanti per gli ulteriori sviluppi delle componenti nell’equilibrio economico del servizio di trasporto pubblico.

ATAF è la prima azienda di trasporto in Italia ad aver reso possibile l’acquisto del biglietto da 90’ con un semplice SMS, con addebito diretto sul conto telefonico e senza preregistrazione.

Il successo riscontrato nella fase sperimentale (aprile – novembre 2012) ha confermato il gradimento dei clienti in merito al servizio particolarmente innovativo lanciato da ATAF: gli acquisti del titolo digitale sono progressivamente aumentati arrivando ad una media di 3.500 biglietti venduti via sms al giorno.

Il biglietto mobile si è dimostrato, inoltre, un efficace strumento di lotta all’evasione tariffaria eliminando le barriere di spazio e tempo nella fase di acquisto.

Alla luce della felice riuscita dell’iniziativa, l’Azienda ha deciso di confermare il servizio di Mobile Ticketing, continuando a garantire al cliente la possibilità di acquistare il biglietto 90’ anche con un semplice sms.

Proseguendo nella sperimentazione, il costo della diversa modalità di acquisto del titolo di viaggio sarà sostenuto congiuntamente dall’Azienda di trasporto e dall’Amministrazione comunale.

Il Comune di Firenze, la Provincia e Ataf Gestioni si sono accordate al fine di trovare una soluzione che consente, pur in un quadro economico di profonda crisi, di tutelare il potere di acquisto dei cittadini, lasciando invariato a 1,20€ il prezzo del biglietto venduto via SMS, valido 90 minuti.

E’ stato individuato un percorso congiunto tra le parti per continuare a sostenere uno strumento innovativo e molto apprezzato dai passeggeri, dando ciascuno il proprio contributo per congelare l’inevitabile aumento del biglietto. Il prezzo del biglietto acquistabile via SMS rimane pertanto allineato al tradizionale corrispondente biglietto cartaceo. Proseguendo nella fase di sperimentazione, il costo della diversa modalità di acquisto sarà sostenuto congiuntamente dall’Azienda di trasporto e dall’Amministrazione comunale. La soluzione adottata si inserisce in un quadro di grande incertezza riguardo le risorse disponibili per il settore del trasporto pubblico locale ed in particolare per l’Azienda Ataf che vive in queste settimane un processo di riorganizzazione particolarmente delicato.

I clienti ATAF potranno dotarsi di biglietto mobile sempre al prezzo di 1,20 €.

Il biglietto elettronico potrà essere acquistato esclusivamente inviando un sms con testo “ATAF” al numero breve 4880105. Il costo del biglietto è addebitato direttamente sul credito telefonico per i clienti TIM, Vodafone, Wind e 3 Italia ed il costo dell’invio del messaggio varia a seconda dell’operatore telefonico.

Il servizio di Mobile Ticketing è partito a Firenze il 29 marzo 2012 ed è stato realizzato dai quattro principali operatori di telecomunicazioni (TIM, Vodafone, Wind e 3 Italia) in collaborazione con Netsize, fornitore del servizio di mobile ticketing, e rappresenta la prima implementazione di una soluzione disponibile per tutte le aziende di trasporto pubblico in Italia.

L’acquisto e la validazione del biglietto elettronico avvengono in maniera semplice e immediata: è sufficiente inviare un SMS contenente il testo ATAF al numero breve 4880105 prima di salire sull’autobus. Il costo del biglietto è di 1,20€, a cui si aggiunge il costo dell’ SMS di richiesta che varia in base all’operatore di appartenenza. Il passeggero riceve dopo pochi istanti un messaggio che contiene gli estremi del biglietto elettronico, l’orario di emissione e il periodo di validità. La convalida del biglietto è contestuale all’acquisto e non è quindi necessaria alcuna obliterazione.

Per le operazioni di verifica a bordo è sufficiente mostrare al controllore il codice ricevuto via SMS: occorre salire a bordo avendo già ricevuto l’sms di acquisto del titolo di viaggio.

La transazione avviene attraverso i più avanzati standard di sicurezza con una gestione criptata dei dati e una connessione diretta ai sistemi di tariffazione degli operatori. Un sistema sicuro e di facile utilizzo che ha l’obiettivo di dare impulso al mercato dei micro-pagamenti con credito telefonico.

Il biglietto elettronico rappresenta un nuovo passo avanti verso lo sviluppo dell’m-commerce di massa, un sistema sicuro e aperto che trasforma il numero di cellulare in un portamonete virtuale per l’acquisto di beni digitali.

La domanda per i pagamenti mobili, cioè la possibilità di acquistare beni e servizi utilizzando il telefono cellulare, è in costante aumento. Secondo uno studio condotto dall’Osservatorio del Politecnico di Milano sulle preferenze dei consumatori nei servizi mobili, il 65% degli intervistati ha espresso interesse per il Mobile Ticketing.

{lang: ‘it’}
Print Friendly