Fiorinfiera: tre giorni di colori, profumi ed un mare di gente

Numeri da record per l’edizione 2018 di Fiorinfiera che ha caratterizzato il week end lungo a Borgo San Lorenzo. Giunta alla sua quinta edizione, con la novità dell’inizio già dal venerdì, l’evento ha confermato di essere divenuto punto di riferimento per il settore non solo a livello regionale, ma nazionale, con espositori e visitatori provenienti da numerose regioni. Già il venerdì, grazie anche ad un bellissimo sole, che ha reso questi tre giorni un anticipo d’estate dopo un inverno freddo e piovoso, erano tanti i visitatori che avevano scelto Piazza Dante per i propri acquisti per il giardino o l’orto. Poi da sabato, con l’arrivo nel centro storico, dei prodotti delle aziende agricole, andati letteralmente ruba, e domenica, con “Dalla Soffitta alla Cantina” in Piazzale Curtatone e Montanara, si è avuto un crescendo in senso letterario, di proposte e di visitatori. Ma è stata la domenica, in particolare il pomeriggio, a vedere il paese invaso di mugellani e turisti. Tanti coloro che sono tornati a casa, con fiori, piante e tanti prodotti legati alla vita all’aria aperta tra l’ampia varietà di scelta degli espositori, che hanno riempito ogni aiuola del giardino sabaudo di Piazza Dante.

Il successo dell’iniziativa, giunta alla quinta edizione, nasce anche dalla stretta collaborazione tra le varie componenti della manifestazione, Periscopio Comunicazione, Amministrazione Comunale, Pro Loco, Centro Commerciale Naturale, Confesercenti che hanno fatto si che ogni angolo dell’evento fosse vivo per l’intera giornata. Sono stati alla fine oltre 120 gli espositori, di cui circa 80 del settore, che alla fine sono rimasti anche molto soddisfatti dell’andamento delle vendite.

Successo anche per tutti gli eventi collaterali: la presenza dei responsabili dell’Orto Botanico e del Museo di Storia naturale di Firenze, che oltre ad essere a disposizione dei visitatori per consigliarli sul modo di curare magari le piante appena acquistate. E poi lo spazio Pro Loco che nei due giorni ha offerto un punto di ristoro a tema, guidato da Paola Cassigoli e successo per la presentazione del libro “L’Astronauta perduto”
del borghigiano Andrea Tagliaferri, romanzo ambientato “in piazza dei Giardini”. Ed il lavoro dell’associazione Il Giorno di Poi sabato con un laboratorio per bambini seguitissimo e la lavorazione del legno. Colori, profumi, e sapori, visto anche la presenza di un frequentato streetfood sono stati un mix di successo che hanno portato a tanti apprezzamenti anche di esperti del settore.

Insomma un bilancio più che positivo, per un appuntamento che è diventato fisso nel calendario degli addetti ai lavori e che è riuscito a dare un’immagine bellissima dei giardini di Piazza Dante. Così come del centro storico, con tantissimi negozi aperti e con l’elegante allestimento con “bici floreali”, realizzato dal “Ccn Nel Borgo”, piacevole intermezzo tra i vari spazi delle aziende agricole. L’appuntamento è dunque per aprile 2019 con la sesta edizione.

 

{lang: ‘it’}
Print Friendly

Speak Your Mind

*