FIESOLE: Da sabato una mostra dedicata a Virgilio Bardossi





VIRGILIO BARDOSSI Alla-Finestra-2400Ci sono anche la serie di scatti “Acqua alta a Venezia” e “Il mondo del Maramures” che lo hanno consacrato – sempre ce ne fosse stato ancora bisogno – sulla scena fotografica internazionale. Si sta parlando di Virgilio Bardossi, fiesolano, classe 1945, di professione litografo, ma che da sempre è stato affascinato dal mondo della fotografia e che, nei suoi quarant’anni di attività da fotoamatore, ha ottenuto numerosi premi nazionali e internazionali.

Bardossi ha scelto la sua città, Fiesole, per “festeggiare” con una mostra il percorso fino ad ora intrapreso con la macchina fotografica, segnando un traguardo importante, considerando anche la sua continua attività. “40 anni da fotoamatore” è il titolo dell’esposizione, ospitata nella Sala del Basolato del Municipio (piazza Mino) dal 23 febbraio all’1 marzo (orario di apertura: tutti i giorni 10 – 12.30 e 15.30 – 18, ingresso libero). La manifestazione, che verrà inaugurata sabato 23 alle ore 16, raccoglie i lavori più importanti dell’artista della fotografia, percorrendo con una serie di gruppi di immagini, itinerari tematici: reportage di luoghi vicini e lontani, di architetture, di storie, di persone e di eventi.

Foto scattate con la pellicola fino a quelle realizzate con le ultime tecnologie digitali, imprimendo all’autore il titolo di maestro di camera oscura ora diventata “camera chiara”

VIRGILIO BARDOSSI Sulla-porta-2400Bardossi nei suoi scatti predilige il bianco e nero, senza per questo abbandonare il colore. Nelle sue opere, esposte in molte parti del mondo, traspare il contatto umano che riesce a stabilire con le persone, coi suoi soggetti. Durante l’inaugurazione della mostra verranno proiettati i servizi realizzati nel corso della sua attività da fotoamatore. Inoltre, sempre in occasione della mostra verrà presentato un catalogo nel quale sono raccolti i reportage più significativi dell’attività di Bardossi (Racconti, Il Mondo del Maramures, October fest, Italia Campione del Mondo 1982/2006, ritratti, Sidecarcross, Paesaggio, Acqua alta a Venezia, Tibet, Nudo, Omaggio a Monet, Corteggiamento, Neve in Maramures, 4 Stagioni, H2O, Kemeralti Bazaar e Valentina Incatasciato tesi di laurea su Virgilio Bardossi e i suoi reportage).

Bardossi, un uomo dal ricchissimo palmarès. Fra i riconoscimenti ricevuti spiccano: 4 Coppe del Mondo FIAP per nazioni e altri cinque premi sempre nella stessa manifestazione, una Coppa del Mondo FIAP Les enfants du monde. Nel 2008 riceve la Coppa del Mondo per Club con G.F “Il Cupolone”, di cui fa parte. Premiato in tre edizioni del Photo Nikon Contest. Nel 2007 la FIAF gli ha concesso l’onorificenza IFI (Insignito Fotografo Italiano). Nel 2006 la FIAP gli ha riconosciuto un’ulteriore onorificenza EFIAP/p. Si contano sulle dita delle mani i fotografi nel mondo che possono vantare queste due massime onorificenze: Maître FIAP e EFIAP/p. “The world of Maramures” presentato al congresso FIAP di Budapest nel 2004 è stato giudicato il migliore dei lavori e gli è valso l’onorificenza di Maître FIAP.

“Acqua alta a Venezia”, unico libro fotografico su Venezia che descrive il fenomeno dell’acqua alta, è stato presentato nella prestigiosa galleria “Bevilacqua la Masa” in piazza S. Marco in occasione dei 40 anni dell’alluvione di Venezia.

good content

{lang: ‘it’}
Print Friendly