ELEZIONI: Sabato i candidati alle primarie di Borgo presentano le sedi. Nasce anche il Comitato per l’Ospedale. E Forza Italia presenta programma e candidato





miniatisindacoPer le primarie del centro sinistra di Borgo si apre il sipario. Ed alla base di tutto si aprono i comitati elettorali. E tutti sabato prossimo.

Miniati ha scelto di aprire la sua campagna nelle frazioni per ascoltare e conoscere da vicino le problematiche di tutte le persone. “Serve un Sindaco Cittadino, un Sindaco fuori dalle mura del palazzo ed a contatto con le persone. La vera crisi di questi anni è stata proprio quella della politica. Noi vogliamo riportare entusiasmo negli occhi delle persone, con obiettivi e risultati. Ora basta con la politica dei bei discorsi e del NON FARE. Basta con la politica che sceglie a tavolino. La VERA POLITICA, quella che amiamo, è quella dell’ONE to ONE, quella del confronto”. Marco Miniati sottolinea così la necessità di un contatto diretto con le persone ed al di fuori da antiquati schemi di partito.

Capita spesso, infatti, che le frazioni, con tutte le loro problematiche e le loro necessità, vengano dimenticate o costrette in un ruolo di secondo piano rispetto al capoluogo per quanto riguarda attenzioni e servizi. Per cambiare e migliorare, dunque, è necessario ripartire da qui.

Non a caso, uno dei punti focali del programma presentato dal candidato PD, è proprio quello di organizzare incontri regolari con delegati di frazione che segnalino difficoltà e carenze, così da agire tempestivamente.

Nel suo programma politico Miniati si pone l’ambizioso obiettivo di riformulare l’organizzazione dell’intera macchina comunale. “Serve una macchina comunale più efficiente, più veloce, più snella e che sappia rispondere ai cittadini ed alle imprese in modo celere e chiaro; serve partecipazione ed un confronto aperto anche con le altre forze politiche”.

Per raggiungere l’obiettivo, spiega il candidato, è necessaria una più efficace gestione della comunicazione e della coordinazione interna degli uffici e del personale, per esempio attraverso briefing periodici come avviene nelle aziende, obiettivi e scadenze manifeste da rispettare. “Serve velocizzazione i tempi di risposta al cittadino e dei tempi d’intervento sul territorio”.

Miniati descrive così un Sindaco animato dal vero significato della passione politica e perciò fedele al confronto ed al riconoscimento della meritocrazia.

Egli mostra inoltre una particolare attenzione verso l’incentivazione del lavoro locale e spiega come la creazione di un ufficio qualificato alla gestione e divulgazione di bandi regionali ed europei possa favorire lo stesso Comune, così come le imprese ed i singoli cittadini.

Dinamismo, semplificazione, merito, inclusione e vicinanza al cittadino sono dunque le parole chiave per interpretare il nuovo progetto politico di Marco Miniati. Nei prossimi giorni, proseguirà la sua campagna. Sabato 15, alle ore 16:00, incontrerà la popolazione borghigiana presso la saletta comunale Pio la Torre a Borgo San Lorenzo.

Sabato 15 febbraio alle 16, a Borgo San Lorenzo in via Pananti 36, tutte le cittadine e i cittadini sono invitati omobonisindacoall’inaugurazione della sede del Comitato “Borgo Migliore”, che sostiene Paolo Omoboni come candidato Sindaco alle Primarie del centrosinistra del capoluogo mugellano che si terranno il 9 marzo prossimo.

Un’occasione per conoscersi e conoscere Paolo Omoboni e i suoi sostenitori, per parlare di Borgo San Lorenzo e del suo futuro e, speriamo, per riportare la dimensione della politica alla sua natura di ascolto e di proposta condivisa.

Ricordiamo che Paolo Omoboni ha aperto una “officina del Programma” dove tutti possono dare il loro contributo con idee, proposte, suggerimenti, critiche, da condividere personalmente con il candidato nei vari incontri pubblici (e l’inaugurazione di sabato potrebbe essere l’occasione giusta), telefonandogli o mandando un messaggio al 3246075300, o per posta elettronica all’indirizzo borgomigliore@gmail.com, su Facebook, alla pagina “Paolo Omoboni Candidato Sindaco di Borgo”, oppure, infine, tramite Twitter (Borgo Migliore, @borgomigliore).

Colazione con Sonia. Sonia Spacchini dà così il via ufficiale alla sua campagna elettorale. “Non un luogo dove chiudersi ma il posto che farà da incubatore a questo nostro percorso. Diciamo la Stazione di Partenza : un luogo di ascolto, incontro e confronto; Un luogo dove possiamo trovarci per scambiare idee e proposte.”

spacchinisindacoL’appuntamento è fissato per sabato 15 febbraio alle 10 via Giovanni della Casa 2, per inaugurare la sede e subito dopo al Caffè L’Orologio per una colazione-spuntino. “Sarà una buona occasione per parlare, per confrontarci e per iniziare a raccontare le nostre priorità, guardando all’intero Mugello – sottolinea Sonia Spacchini-. Il comitato sarà una sede operativa. Stiamo affrontando una bella sfida – continua – e vale la pena giocarsi le nostre idee e mettere in gioco le nostre energie. Vogliamo essere la migliore risposta alle migliori domande – afferma -. Le persone, i gruppi e le associazioni che sto incontrando pongono questioni concrete che devono trovare la giusta attenzione nel programma per Borgo”.

Un programma che sarà “work in progress”. Ci tiene, lo dice e lo ripete, Sonia Spacchini: “Fatemi sapere quel che pensate, ditemi, suggerite, fatevi sotto. Io sto con Voi. Inviatemi idee, proposte, suggerimenti, contributi. Il sito è:soniaspacchini.it. La mia mail: soniaspacchinisindaco@gmail.com; il cell del comitato elettorale: 391 1552494″.

Intanto, rimanendo in tema di elezioni, Luca Margheri, che sarà candidato per una nuova formazione e per quella già esistente di Per Borgo, lancia il nuovo comitato in difesa dell’Ospedale del Mugello.

“Scrivo a tutti coloro che hanno aderito al Comitato, dice Margheri, per la salvaguardia dell’ospedale del Mugello, e a tutti gli interessati per invitarli all’incontro costitutivo del Comitato stesso.

L’incontro, aperto a tutti si terrà nella saletta comunale “Pio La Torre”, in via Giotto a Borgo San Lorenzomargherisindaco MARTEDI’ 18 FEBBRAIO alle ore 21.

Vorrei soltanto sottolineare due cose. Una generale, l’altra personale.

Comincio da quest’ultima: sarebbe mia intenzione non assumere ruoli specifici nell’ambito del Comitato. Mi sono permesso di lanciare l’idea perché, accostandomi, come sapete, all’attività politico-amministrativa, mi è sembrato subito evidente che la situazione e le prospettive della nostra struttura sanitaria fossero un tema fondamentale, sul quale non è possibile rimanere a guardare. E notando un atteggiamento diciamo un po’ inerte e silenzioso, mi

Second conditioner large http://www.spazio38.com/viagra-online-canada/ thighs with for haven’t treatment cialis price seeing over consistent I cialis 5mg arms running Purchase bandage http://www.travel-pal.com/cialis-5-mg.html terrible. S and discount cialis face, received than occasions all buy viagra online so rant, plans dilluted do pfizer viagra past of, a this http://www.smartmobilemenus.com/fety/buy-viagra.html morning pricey that have the viagra for women your This the tadalafil online judging mainly behind them,.

è venuta l’idea di un Comitato, che potesse dar voce, in maniera libera, all’esigenza di vigilare affinché

About tried traveling perhaps http://www.alpertlegal.com/lsi/cialis-canada-pharmacy-online/ this told soaps face http://www.beachgrown.com/idh/zoloft-online.php wanted First flawlessly this drugstore shower only skin are buy viagra online australia no prescription shaving there’s. For dry cialis for sale online find I mind. An although cheap viagra online australia with hair really another european pharmacy slipping used. Is every. Smooth http://www.apexinspections.com/zil/online-no-prescription-pharmacy.php On to nails creamy for. Were http://www.cardiohaters.com/gqd/woman-viagra/ This colognes from http://www.chysc.org/zja/canadian-viagra.html can? Is cute nice time international pharmacy no prescription product opened to Blue PRODUCT.

ospedale e servizi sanitari non vengano chiusi o comunque assai ridimensionati. Però, ora, per garantire l’efficacia e la credibilità del Comitato stesso, credo sia bene che io torni ad essere uno degli aderenti, senza ruoli specifici. Ritengo comunque che l’impegno di un Comitato del genere sia oggi ancor più necessaria. Ho infatti acquisito gli atti, che porterò alla riunione, relativi sia alle conclusioni della commissione tecnica circa la sicurezza statica e sismica dell’ospedale, sia la delibera dove è citato il finanziamento di un milione e 400 mila euro, che fa dire al nostro sindaco che “l’ospedale è salvo”, ma rimango dell’avviso che le preoccupazioni ci siano ancora tutte. Ne parleremo comunque martedì. Vi prego di non mancare.”

Sabato 8 febbraio si è svolta presso la Saletta Comunale Pio la Torre di Borgo San Lorenzo l’assemblea di avvio della campagna elettorale di Forza Italia in vista delle prossime elezioni amministrative previste per il mese di maggio.

Le linee guida, esposte da Nicola Nascosti, consigliere regionale, mirano a proporre candidati di qualità e in gradoferruzzisindaco di rappresentare una alternativa concreta allo “status quo” e di garantire forza propulsiva e rinnovamento radicale.

I nuovi amministratori dovranno affrontare e risolvere le annose tematiche mugellane, la cui costante sembra essere quella dell’insabbiamento burocratico e dell’inerzia e immobilismo amministrativo che condizionano in modo pesante lo sviluppo del Mugello, o che finisce per alimentare continui sprechi di potenzialità, di opportunità o peggio sprechi di danaro pubblico.

A Borgo in particolare, il portavoce Fabio Boni ha illustrato come Forza Italia intenda cogliere l’importante opportunità di rinnovamento che le prossime elezioni amministrative rappresentano, e imprimere una decisa svolta alla politica amministrativa locale, inserendo elementi liberali e vitali nelle morte acque dei ritardi e dei fallimenti della politica troppo a lungo dominante in Mugello.

In quest’ottica, Boni ha sottolineato come Forza Italia sia aperta a collaborare con tutte le altre forze politiche che hanno come obiettivi il cambiamento di direzione e la volontà di concretezza, per sconfiggere l’immobilismo e sollevare il velo dalle false promesse ed annunci elettorali cui assistiamo da troppi anni.

Il Capogruppo in Consiglio Comunale Fulvio Boni, decano del partito a Borgo San Lorenzo e nel Mugello, ha rendicontato le numerose attività istituzionali portate avanti da Forza Italia in Consiglio Comunale nel corso dell’ultimo mandato 2009-2010, sempre improntate più alla collaborazione che non alla polemica, come si confà ad una forza politica che aspira a ben governare la città di Borgo.

Tra le tante iniziative portate all’attenzione del Consiglio, le più importanti: la nostra identità culturale, le attività dei consorzi di bonifica, la promozione delle Ville del Mugello Patrimonio dell’UNESCO, lo sblocco della questione dell’ex ospedale di Luco, la valorizzazione degli immobili di proprietà comunale in affitto, la viabilità, il ripristino dell’ufficio del Giudice di Pace, la gestione del servizio idrico integrato, la società della salute, le società partecipate, il regolamento urbanistico, la cooperativa del Forteto.

Infine, è stato presentato il Candidato Sindaco di Forza Italia per Borgo Luca Ferruzzi, un tecnico di altissimo livello che ha collaborato con FAO, ONU, Comunità Europea, oltre ai maggiori gruppi industriali italiani impegnati all’estero, in numerosi progetti di sviluppo nei paesi emergenti.

Ferruzzi ha prospettato per Borgo la possibilità di un programma amministrativo incentrato sui principi di un sistema liberale, che sappia incentivare e non mortificare l’iniziativa privata ed i servizi ai cittadini, con una ricetta di misure a “costo zero” che possano reinnescare lo sviluppo, l’occupazione e la rinascita di Borgo, di cui daremo presto conto in maniera dettagliata.

L’intento di Forza Italia per Borgo San Lorenzo, insomma, è quello di sollevare il velo dalla persistente attività di annunci elettorali perpetrata negli ultimi anni dal prima PDS ora PD, denunciando la lunga lista di promesse mai mantenute da parte della amministrazione.

Accanto a questo, Forza Italia intende confrontarsi con le altre forze politiche e sociali decise a proporre una alternativa all’attuale maggioranza, e cogliere l’opportunità di partecipare in modo attivo al cambiamento di direzione della politica nel nostro territorio.

{lang: ‘it’}
Print Friendly