ELEZIONI: Chiusi i seggi, ecco i primi exit poll. A votare quasi 3 italiani su 4. Arrivano i dati del voto all’estero





elezioni_comunaliSi sono appena chiusi i seggi per le elezioni politiche che hanno portato milioni di italiani alle urne per scegliere i propri rappresentanti alla Camera ed al Senato. Anche se ovviamente è presto per i risultati e le proiezioni (ed anche per quanto riguarda l’affluenza alle urne definitiva), già sono stati diffusi i primi exit poll.

Alla Camera : Centro Sinistra 35-37%, Centro Destra 29-31%, Movimento 5 stelle 19-21%, Liste Monti 8-10%, Rivoluzione Civile 2-3%, Altri 1-2%

Al Senato : Centro Sinistra 36-38%, Centro Destra 30-32%, Movimento 5 stelle 17-19%, Liste Monti 7-9%, Rivoluzione Civile 2-3%, Altri 2,5%

Secondo il primo instant poll dell’Istituto Tecne’ per Sky la coalizione di centrosinistra (Pd-Sel-altri) e’ al 34,5%, il centrodestra (Pdl-Lega e altri) al 29,0%. Il Movimento 5 Stelle e’ invece al 19% mentre le liste Monti al 9,5% e Rivoluzione Civile al 3,5%. In base ai questi primi dati il centrosinistra alla Camera si aggiudicherebbe 340 seggi mentre il Pdl-Lega 140. Seguono il Movimento 5 Stelle con 91 seggi e le liste Monti con 46.

I dati del Viminale relativi a circa la meta’ delle sezioni – 4.333 su 8.092 pari al 50,8% – danno un’affluenza al voto per il Senato del 74,6%.

A fronte di 3.494.687 plichi elettorali inviati dalle Ambasciate e dai Consolati agli italiani residenti all’estero, compresi quelli aggiunti localmente a norma di legge, risultano restituite alle nostre Sedi 1.122.294 buste, pari al 32,11% di quelle inviate. Lo rende noto la Farnesina, precisando che non è stato possibile recapitare per irraggiungibilità dei destinatari l’11,38% dei plichi inviati. In Europa la percentuale delle buste restituite alle Sedi sul totale di plichi inviati è del 31,1%; in America Meridionale è del 34,79%; per l’America Settentrionale e Centrale il dato è il 29,87%; nella ripartizione Africa-Asia-Oceania la percentuale è del 30,65%. Sul sito www.esteri.it sono pubblicati i dati di dettaglio per ciascuna Sede. La percentuale di elettori che ha effettivamente espresso il voto viene calcolata dall’Ufficio Centrale per la Circoscrizione Estero, una volta concluse le operazioni preliminari allo scrutinio. Sono state oltre 1000 unità di personale della Farnesina, in 204 tra Ambasciate e Consolati operativi nel mondo, ad assicurare già da novembre – in occasione della formazione delle liste dei candidati all’estero – lo svolgimento di tutti gli adempimenti necessari per l’esercizio del diritto di voto per corrispondenza da parte dei circa 3 milioni e mezzo di elettori italiani residenti all’estero nonchè dei 10.852 cittadini temporaneamente all’estero ed appartenenti alle categorie cui la legge consente di votare sul posto per corrispondenza (militari, dipendenti delle Amministrazioni centrali dello Stato e docenti universitari). Una speciale task force costituita alla Farnesina ha coordinato – in stretto raccordo con il Ministero dell’Interno – l’andamento delle operazioni elettorali e l’attuazione di tutte le misure organizzative necessarie per realizzare le procedure di voto per corrispondenza previste dalla legge.

{lang: ‘it’}
Print Friendly