DIETA: I consigli contro “Caronte” e per chi deve spostarsi per le vacanze





bicchierevinoeciboPrimo weekend di esodo, o ennesima vacanza ‘mordi e fuggi’, per gli italiani. Sta di fatto che milioni di automobili si riverseranno da questa sera sulle strade e autostrade della Penisola, con un compagno di viaggio non proprio desiderabile: Caronte e le sue temperature da inferno. E tornano in auge i leggendari panini da autogrill o i pranzi al sacco nelle aree di sosta. Ma come affrontare viaggi lunghi, traffico e afa senza fare errori dal punto di vista alimentare? Come evitare gli ‘effetti collaterali’, in primis nausea? Ecco alcune piccole regole da seguire, consigliate dalla dietista di Roma Monica Germani. “Iniziate, se gia’ non lo fate, a mangiare in modo sano e soprattutto leggero gia’ qualche giorno prima della partenza – consiglia l’esperta interpellata dall’Adnkronos Salute – e continuate allo stesso modo durante il percorso. Via libera ad alimenti facili da digerire come verdure, insalate e frutta. No invece a pietanze eccessivamente elaborate e ricche di grassi da condimento come fritture, la ‘classica’ parmigiana, dolci molto farciti: vi concederete tutto questo come ‘coccola’ in vacanza. Attenzione al caffe’, deve esserre bevuto con moderazione e non considerato una ‘pozione magica’ per rimanere attivi”. Innanzitutto, “prima di partire – prosegue Germani – fate una colazione energetica, ma di facile digestione. Evitate brioche farcite: potrebbero indurre sonnolenza. Il consiglio principale e’ quello di non partire mai senza aver mangiato, l’organismo ha bisogno di energie. Per gli amanti dei dolci, del pane tostato con marmellata o miele sarebbe la soluzione ideale. Perfetti anche biscotti secchi (tipo frollini) e fette biscottate. L’alternativa salata? Un toast con del prosciutto cotto. Accompagnate tutto con una porzione di frutta fresca, importante soprattutto per il contenuto in acqua e minerali necessari per contrastare l’afa”. “Se soffrite di mal d’auto – aggiunge la dietista – evitate le bevande prima di mettervi in viaggio. No a tazze di latte, the’ od orzo; sorseggiate di tanto in tanto acqua per evitare di disidratarvi. Questa e’ una regola d’oro anche per i bambini. Acqua radioattiva tokyo giapponePer la loro colazione optare per una fetta di pane tostato con un velo di cioccolato e un frutto, li farete felici evitando piccoli inconvenienti. Per quanto riguarda la frutta, se si soffre di nausea evitare cocomero e melone; preferire pesca, albicocca, mela, pera”. Fra gli altri consigli anti-nausea: 1. Una corretta abitudine alimentare, anche fuori dal nostro ambiente e i nostri ritmi abitudinari e’ fondamentale. 2. Evitare cibi piccanti,speziati e molto ricchi in grassi, alcol, caffe’ in eccesso, salse, fritture. 3. Porre maggiore attenzione alla corretta conservazione dei cibi. 4. Evitare bevande gassate, the’; non bere molta acqua in un unica soluzione: deve essere sorseggiata. 5. Attenzione ai lunghi viaggi in automobile o aereo, perche’ stare seduti sempre nella stessa posizione favorisce il reflusso. Si consiglia di non mettersi in viaggio dopo i pasti o avendo bevuto bibite alcoliche. “Inoltre – afferma Germani – tenete in considerazione che affrontare un viaggio di media o lunga durata, sia in automobile che in treno o in aereo e’ causa di stress mentale e fisiologico. In primo luogo, l’organismo subisce un affaticamento a livello degli arti inferiori con ritenzione idrica, correlata alle ore trascorse nella stessa posizione e in spazi che limitano la mobilita’. Se potete fate dunque una piccola sosta ogni due ore. Praticare brevi passeggiate per favorire circolazione sanguigna e rilassamento del corpo”. “Quando poi si va a tavola, bisogna limitare il consumo dei classici panini imbottiti, dei cibi ricchi di sodio e i drink ghiacciati. Invece, spazio a prodotti ricchi di potassio, frutta e verdura e a specialita’ tipiche dell’estate: mozzarella e pomodori, insalata di mare o di pollo, insalate miste (lattuga, pomodori, uova, tonno e mais), facilmente reperibili nelle aree di sosta. Anche piccole porzioni di pasta fredda o insalata di riso possono andare bene ma accompagnatele sempre con delle verdure. Per i bambini l’hamburger o il pollo vanno benissimo, evitate pero’ salse varie, bevande gassate e patatine fritte. Una volta arrivati a destinazione, rifocillatevi pure, fate un bel bagno o una bella passeggiata e concedetevi il vostro primo piccolo premio: una cena anche abbondante secondo i vostri gusti”, conclude l’esperta.

{lang: ‘it’}
Print Friendly