DIACETUM FESTIVAL: Domani sera gli Whisky Trail presentano il loro “Celtic Fragments”





whisky trailProseguono nella frazione pelaghese di Diacceto gli appuntamenti con il Diacetum Festival. Domani protagonisti della serata, alle 21,30 nell’Arena Estiva,  saranno gli Whisky Trail.

Il gruppo che da ben 35 anni propone musica celtica, quest’anno presenterà a Diacceto il nuovo atteso disco ‘Celtic Fragments’. Il nuovo lavoro degli Wisky Trail propone una tradizione che rivive e continua a rinnovarsi, dove ogni singolo strumento e la coralità delle voci si alternano come frammenti di una pista celtica.

‘Celtic Fragments’: Frammenti di antiche liriche irlandesi… di un gaelico dai suoni e i ritmi che evocano il succedersi di cicli stagionali… voli di oche selvatiche che sognano  di tornare in una terra liberata… la frenesia di un fitto gioco di ballate e di danze che si snodano come colori lungo un paesaggio naturale… l’ebbrezza di  una tradizione che rivive e continua a rinnovarsi nella musica dei Whisky Trail  dove ogni singolo strumento e la coralità delle loro voci si alternano come frammenti di una pista celtica.

L’ingresso al concerto costerà 5 euro (3 i ridotti).

Un festival finora di grande successo, sempre più di qualità e sempre più coinvolgente. La frazione del comune di Pelago, tra i più suggestivi borghi della Valdisieve in provincia di Firenze, continua in questa esperienza per certi versi straordinaria, grazie al lavoro e alla voglia di aggregazione di tutta la comunità.

 “Sono passati 15 anni dalla prima edizione del festival – commenta Massimo Vivoli, presidente dell’Associazione Diacetum – Vivi e Lavora a Diacceto – e da quel momento la nostra manifestazione si è andata definendo come un’importante opportunità di crescita ed arricchimento culturale, come un ideale punto di incontro che coniuga l’associazionismo locale, la valorizzazione di artisti e la volontà di rendere ogni cittadino fruitore di cultura. Tutto questo in un ambiente suggestivo immerso nella montagna fiorentina”.

{lang: ‘it’}
Print Friendly