Ciclismo – Il circuito “mondiale” tra Firenze e Fiesole con tanto di segnaletica

I Mondiali del Ciclismo del 2013 saranno ben più che un ricordo. Grazie alla Città Metropolitana e ai Comuni di Firenze e Fiesole, con la collaborazione di ‘Uisp – Sport per tutti’, diventano un percorso permanente, per il quale verranno collocati davanti al Mandela Forum di viale Paoli, a Firenze, e in piazza Mino, a Fiesole, cioè in due tappe fondamentali della gara, i cartelli con la mappa di tutto il circuito. Lungo il percorso, invece, saranno allestiti indicazioni e segnaletica per indicare la presenza di ciclisti, la pendenza della strada, l’identificazione delle zone.

Il traguardo dei mondiali era presso il Nelson Mandela Forum. Il circuito veniva ripetuto tra l’arrivo e Fiesole, con una salita di 4,4 km e pendenza media del 5,2% (massima del 9%). La discesa in via Faentina, a Pian di Mugnone, poi in via Salviati (salita di 600 metri dalla pendenza media del 12% con pendenza massima del 19,4% nel tratto finale). Dopo la discesa in via Bolognese si risaliva per un tratto via Trento, quindi discesa in via Trieste e tratto cittadino in pianura con rettilineo finale di 1,5 km da Piazza delle Cure fino al traguardo in viale Paoli.

Emozioni non solo di allora, ma possibili anche per il futuro, grazie al percorso ciclistico permanente che coincide con il circuito dei Mondiali.
L’inaugurazione è prevista il 7 maggio prossimo, alle ore 9, in viale Paoli: festa con “gara” e soprattutto con la prospettiva di incrementare e rispettare il cicloturismo sulle nostre montagne. Con la nuova segnaletica si aiuta la sicurezza, ricordando la possibile presenza di ciclisti su alcune strade.

Non è secondario fare memoria di una bella frase di Alfredo Martini: “La sofferenza è una compagna di viaggio, è un’insegnante di disciplina, è una maestra di vita.
Però il ciclismo non è solo sofferenza. Ma anche piacere. Stai nella natura, nel paesaggio, nel mondo. Stai con la gente e nella gente. Vivi un’eterna giovinezza”.

Clicca sull’immagine per ingrandire

{lang: ‘it’}
Print Friendly