CALCIOSCOMMESSE: Arrivano i deferimenti. Bonucci rischia grosso, come Grosseto e Lecce. Posizioni meno gravi per Conte, Pepe e Di Vaio





L’allenatore della Juventus Antonio Conte e’ stato deferito dalla Procura Federale della Figc per omessa denuncia nell’ambito dell’inchiesta di Cremona sul calcioscommesse. Il tecnico bianconero sara’ dunque convocato dalla Commissione disciplinare il prossimo 2 agosto a Roma. L’allenatore bianconero e’ stato chiamato a giudizio in relazione alle presunte combine nella stagione 2010-2011 quando era alla guida del Siena. Conte non e’ stato dunque deferito per illecito sportivo.

Invece il difensore della Juventus Leonardo Bonucci e’ stato deferito per illecito sportivo riguardante il periodo in cui militava nel Bari. Stessa accusa anche per Daniele Portanova e Andrea Masiello. Deferimento per omessa denuncia, anche per Simone Pepe, all’epoca dei fatti contestati calciatore dell’Udinese, e per Marco Di Vaio, all’epoca tesserato per il Bologna.

Sempre nell’ambito dell’inchiesta sulle scommesse nel calcio relativa ai filoni di indagini delle Procure della Repubblica di Cremona e Bari, la Procura federale ha deferito alla Commissione Disciplinare 13 societa’ e 44 tesserati. Le accuse piu’ gravi toccano a Lecce e Grosseto, deferite per responsabilita’ diretta. Un’accusa che, se provata, potrebbe comportare per entrambe la retrocessione in Lega Pro.

Udinese, Bologna, Sampdoria, Siena e Torino sono stati deferiti dalla Procura federale alla Commissione disciplinare per responsabilita’ oggettiva, nell’ambito dell’inchiesta sul Calcioscommesse. Le cinque societa, attualmente in serie A, sono state deferite per fatti addebitati a loro tesserati. Sempre per responsabilita’ oggettiva, sono stati deferiti ALbinoLeffe, Ancona, Bari, Novara, Portogruaro e Varese, che militano in divisioni inferiori.

{lang: ‘it’}
Print Friendly