Calcio dilettanti – Accordo tra Comitato Regionale Toscano e Federazione BCC – Innovazioni tecnologiche per facilitare il rapporto tra club e banca

Lega nazionale dillettanti 2

Continua e si rafforza l’accordo tra il Comitato Regionale Toscana della FIGC LND e la Federazione Toscana delle Banche di Credito Cooperativo, a sostegno delle attività delle oltre 700 società calcistiche dei dilettanti. Oltre a confermare integralmente gli accordi già esistenti, tesi al finanziamento delle quote di iscrizione ai campionati di appartenenza, che le stesse società devono versare alla FIGC per poter partecipare alla stagione calcistica successiva e per il finanziamento dell’acquisto di defibrillatori di cui dotare gli impianti sportivi, il CRT e la Federazione delle BCC hanno sottoscritto una nuova intesa prevedendo che le Banche di Credito Cooperativo toscane possano finanziare, in aggiunta alle spese per l’iscrizione della prima squadra al campionato, anche le spese finalizzate per il settore scuola calcio e giovanile (ad es. tesseramenti, assicurazioni, iscrizione ai tornei, etc. dei giovani calciatori).

Le intese interessano le società calcistiche dilettanti e giovanili aventi sede legale nei Comuni dove operano le BCC, con le 301 filiali stabili o, a loro insindacabile giudizio, nei restanti Comuni dell’area di competenza.

La convenzione per il finanziamento prevede un mutuo chirografario di massimo 10.000 euro a società di cui massimo 2.000 euro per le spese del settore scuola calcio e giovanile.

La convenzione per il finanziamento dell’acquisto di defibrillatori per gli impianti sportivi prevede un mutuo chirografario di massimo 1.000 euro a società, una durata massima di 24 mesi, il rimborso in rate mensili costanti, posticipate e il tasso di interesse TAN zero.

Oltre a questo, per rendere più snello e pratico il rapporto tra la Banca, le società di calcio e il Comitato Regionale, saranno attivati punti POS presso le delegazioni provinciali con l’utilizzo di carte bancomat fornite dalle BCC Associate a Federazione Toscana a condizioni particolari.

Il movimento del calcio dilettanti, in questo momento di crisi economica e finanziaria, trova così un sostegno valido e concreto per proseguire in un’attività che non è solo sportiva ma che spesso assolve funzioni educative e sociali. Sottolinea Fabio Bresci, presidente CRT: “Tale evoluzione è dovuta sia alla sensibilità delle BCC della Federazione Toscana Banche di Credito Cooperativo, sia alla correttezza dimostrata in questi anni dalle società toscane che hanno ottemperato ai propri impegni contribuendo così alla credibilità di tutto il movimento”. Sulla stessa lunghezza d’onda il presidente della Federazione, Matteo Spanò: “Con questi accordi rinnoviamo l’impegno a fianco della FIGC LND CRT, perché ben consapevoli di quanto il calcio e lo sport in generale contribuiscano ad essere importante motore di inclusione e crescita di tanti giovani, ragazzi e bambini dei nostri territori” e il direttore, Roberto Frosini: “L’esperienza con FIGC LND CRT ci dimostra che anche con piccoli, semplici interventi è possibile dare risposte concrete ai bisogni e alle aspettative delle nostre comunità e di chi si impegna per assicurare loro sviluppo e futuro sostenibile”.

Durante la conferenza stampa, oggi mercoledì 22 giugno nell’Aula Magna del Centro Tecnico Federale di Coverciano, il presidente del CRT Fabio Bresci e della FTBCC Matteo Spanò, hanno presentato il progetto e firmato la convenzione.

 

L’intervista al Presidente del Comitato regionale Toscano Fabio Bresci

Intervista a Matteo Spanò Federazione Toscana Banche di Credito Cooperativo

 

lega nazionale dilettanti 1

{lang: ‘it’}
Print Friendly