BORGO SAN LORENZO: Ultimi giorni per regolarizzare i “manufatti leggeri”





Si avvicina la scadenza, il prossimo 6 dicembre, per regolarizzare con la presentazione di una Dia le strutture di “pertinenza” già realizzate o installate (serre da giardino, box in legno per ricovero attrezzi da giardino, tettoie per ricovero autovetture). Quelle non regolarizzate, dopo tale data, saranno considerate a tutti gli effetti costruzioni abusive.

Resta invece aperta la facoltà di presentare nuove proposte per l’installazione di manufatti “leggeri”, sia in aree urbane che in zone agricole, in base al “Regolamento per la realizzazione di manufatti leggeri”, adottato a giugno dal Comune, che disciplina l’installazione e la sistemazione di piccoli manufatti – casotti e non solo – in aree pertinenziali di edifici come i giardini e le corti interne, in zona urbana.

Rientrano nella categoria degli interventi liberi, senza autorizzazione: pergolati, gazebo arredi da giardino, anche barbecue, coperture retrattili e tende da sole retrattili, insegne, cartelloni pubblicitari, impianti tecnologici esterni per uso domestico (condizionatori e impianti di climatizzazioni, caldaie, parabole, antenne).

Serve una comunicazione preventiva per altri interventi liberi, tra cui, ricoveri per animali domestici o da cortile, ripostigli per attrezzi realizzati in legno con finitura naturale, senza parti in muratura, semplicemente appoggiati o ancorati al suolo con altezza massima fino a 2,20 metri e superficie non superiore a 6 mq, oltre a pannelli solari, fotovoltaici e termici.

Ci vuole invece la Dia (denuncia d’inizio attività) per le cosiddette “pertinenze”, ovvero “serre da giardino” e “box in legno per ricovero attrezzi da giardino” per una superficie fino a 16 mq e altezza massima di 2,70 metri, nonché “tettoie per ricovero autovetture” fino a 20 mq (e 2,70 metri d’altezza).

Per quanto riguarda i manufatti per attività amatoriali e produzioni agricole, è stato approvato dal Consiglio comunale l’aggiornamento del regolamento che ne disciplina la realizzazione: è consentita la realizzazione di piccoli annessi, fino a 10 mq di superficie utile, anche su terreni di dimensioni comprese tra 200 e 1.000 mq. (mentre era già ammessa per terreni di e superori a 1.000 mq). Modificata la norma che obbligava al mantenimento di una distanza di 100 metri da altri edifici vicini: se l’annesso è destinato ad ospitare animali la distanza da mantenere è ridotta a 50 metri.





{lang: ‘it’}
Print Friendly