Borgo San Lorenzo – I primi cinque mesi del progetto RI-FARM

Più di 4 quintali di medicinali raccolti, 4 spedizioni già effettuate e presto verranno consegnati medicinali al Centro Raccolta di Firenze per l’invio alle strutture del territorio. È questo il primo bilancio del progetto #RI-FARM a pochi mesi dalla sua attivazione.
Con l’iniziativa, attraverso i contenitori posizionati presso il Centro Polivalente in Viale della Resistenza 17 angolo Via Gobetti, alla Fondazione Estote Misericordes in Piazza Dante 63 e nella sede del Comune borghigiano in Piazza Dante, vengono raccolti medicinali inutilizzati non scaduti che sono avviati ad un centro di raccolta che provvede poi al loro smistamento.

raccoltafarmaciIn particolare le quattro spedizioni ad oggi effettuate hanno permesso di inviare i farmaci in Costa d’Avorio (2 spedizioni), in Burkina Faso e in Togo.
La generosità dei cittadini che mettono a disposizione i medicinali che a loro non servono più ma che non sono ancora scaduti da un lato riduce lo spreco e dall’altro aiuta la vita e la salute di altre persone.
Il progetto è promosso dal Comune di Borgo San Lorenzo con la collaborazione dell’Associazione Solidarietà Missionaria Onlus e del Centro Missionario Medicinali Onlus, con il patrocinio della Regione Toscana e della Società della Salute Mugello.
“Siamo molto soddisfatti di questi primi risultati – afferma l’assessore ai Servizi alla Persona del Comune di Borgo San Lorenzo Ilaria Bonanni – i cittadini hanno dimostrato di apprezzare e condividere questa iniziativa con gesti concreti. Grazie a #RI-FARM siamo stati in grado di inviare farmaci in luoghi dell’Africa dove l’accesso alle cure non è scontato in modo da aiutare così persone in difficoltà, contribuendo inoltre al rispetto dell’ambiente evitando di far finire tra i rifiuti un medicinale lontano dalla scadenza. Grazie quindi a coloro che hanno creduto nel progetto nato dalla collaborazione instaurata con l’Associazione Solidarietà Missionaria Onlus”.

“RI-FARM – afferma Luca Margheri presidente dell’Associazione Solidarietà Missionaria Onlus – ci sta offrendo la possibilità di aiutare molte persone e per questo dobbiamo dire grazie ai cittadini che in questi mesi hanno messo nei contenitori i farmaci non utilizzati e non scaduti. Abbiamo creduto nel progetto fin da subito e siamo felici dei risultati che stiamo ottenendo. Dobbiamo riuscire a fare sempre di più affinché resti accesa la speranza che con RI-FARM possiamo dare a chi non può accedere a cure che per noi sembrano scontate e basilari”.

{lang: ‘it’}
Print Friendly