BORGO SAN LORENZO: Domenica la Misericordia celebra San Sebastiano





misericordiaborgoAnche quest’anno la Confraternita della Misericordia di borgo san Lorenzo celebra la ricorrenza di San Sebastiano, patrono di quest’associazione.

I festeggiamenti si svolgeranno DOMENICA 18 GENNAIO, ed avranno il momento più solenne nel rito di vestizione dei nuovi confratelli durante la Messa celebrata dal correttore Don Maurizio Tagliaferri, pievano del paese.

Quest’anno tuttavia si è deciso che la celebrazione non avverrà nell’Oratorio della confraternita, troppo piccolo per contenere gli iscritti e i fedeli, ma nella chiesa del SS Crocifisso, alla quale consorelle e confratelli della confraternita giungeranno in processione partendo dalla sede di via Giotto, indossando la veste nera tradizionale, usata durante i riti religiosi, accompagnati da alcuni dei mezzi utilizzati nei decenni, e secoli, passati, per l’opera di soccorso agli infermi, che costituisce da sempre il servizio più visibile e conosciuto, fra i molti esercitati a beneficio della cittadinanza.

Al termine della Messa saranno benedetti sul sagrato della chiesa i nuovi mezzi acquisiti per adeguare i servizi alle crescenti necessità della popolazione del paese.

Ecco comunque il programma della giornata:

ore 8.00: lodi nell’oratorio della confraternita e benedizione dei panellini

10.00: raduno e processione fino al Santuario del SS Crocifisso

10.30: Santa Messa e vestizione dei nuovi confratelli

11.30: benedizione dei mezzi sul sagrato della chiesa e ritorno alla sede

11.45: rinfresco offerto alla popolazione nella sede di via Giotto

17.30: Vespri nell’oratorio

Si ricorda inoltre che per tutta la mattinata gli iscritti potranno rinnovare il tesseramento, e ritirare i tradizionali panellini.

Anche in occasione di questa ricorrenza il magistrato rinnova l’appello ai cittadini, invitandoli ad impegnarsi nel volontariato, nei numerosi e vari servizi in cui la confraternita opera. Viviamo giorni in cui tutti constatiamo che ai vecchi bisogni si aggiungono nuove sofferenze e povertà, cui ognuno, animato da umana solidarietà, e cristiana carità, può rispondere dedicando appena un ritaglio del suo tempo.

{lang: ‘it’}
Print Friendly