BORGO SAN LORENZO: Adesso ci si potrà sposare anche in ville e palazzi. Un avviso pubblico per i gestori





mi sposo in villa 2011Celebrare un matrimonio in uno scenario incantevole come splendide ville o prestigiosi palazzi storici, oppure, all’aperto, in bellissimi giardini o parchi… Ebbene, anche a Borgo San Lorenzo sarà possibile. L’Amministrazione comunale borghigiana ha infatti pubblicato un avviso pubblico per “acquisire manifestazioni di interesse da parte di proprietari o gestori di ville storiche, sedi di prestigio, strutture ricettive qualificate, situate nel territorio comunale, a concedere a titolo gratuito al Comune, un locale/salone, ubicato presso le predette strutture, oltre, eventualmente al giardino di pertinenza delle stesse, per permettervi la celebrazione di matrimoni con rito civile, in aggiunta alle sedi istituzionali (Palazzo comunale e Villa Pecori Giraldi)”.

“Un’offerta più ampia, un’opportunità in più a chi sceglie Borgo per celebrare le proprie nozze e un’occasione per lo sviluppo economico e turistico del nostro territorio – sottolinea il sindaco Paolo Omoboni -. Il paesaggio mugellano è ricco di scorci unici e suggestivi, ci sono – continua – stupendi palazzi e ville che sono letteralmente dei gioielli, cornici ideali per un matrimonio”. Un incentivo anche al turismo: “Vogliamo dare un ventaglio più ampio di scelta per chi vuole sposarsi a Borgo ma anche uno stimolo al turismo – aggiunge l’assessore al Turismo e vicesindaco Enrico Paoli -. C’è un importante indotto che ruota attorno all’organizzazione di matrimoni di questo tipo, con una forte domanda dall’estero soprattutto per la Toscana. E questa iniziativa che lanciamo, crediamo possa favorire operatori e attività locali”.

Per la cerimonia nella “location” privata (che sarà a tutti gli effetti ufficio esterno di Stato civile) è prevista “una tariffa che potrà essere anche differenziata rispetto a quella al momento in vigore (250 euro) e che sarà introitata dall’Amministrazione comunale a suo esclusivo favore” mentre i proprietari/gestori potranno richiedere a loro volta una tariffa (l’importo dovrà essere indicato nella manifestazione di interesse).

Chi è interessato a candidare ville storiche o immobili, strutture di prestigio ha tempo fino al 20 novembre. Cinque potranno diventare il luogo da sogno dove convolare a nozze e pronunciare il fatidico “sì”.

{lang: ‘it’}
Print Friendly