BORGO: Due proposte legate all’ambiente dei candidati alle primarie Omoboni e Spacchini





borgoDue proposte, entrambe riguardanti l’ambiente, arrivano da due dei candidati alle primarie del Centrosinistra.

La prima, in ordine alfabetico del promotore, è quella di Paolo Omoboni

Un altro progetto firmato Paolo Omoboni. Dopo la proposta di una mozione per la difesa del territorio mugellano e quella del “Patto con le frazioni”, questa volta il candidato del comitato Borgo Migliore parte dal lancio di un evento annuale nella frazione che ospiterà l’isola ecologica del nostro Comune, per parlare di uno dei problemi maggiori da affrontare, forse quello più vitale per tutto il Mugello, ovvero quello dei rifiuti.

Il “Baratta-Rabatta”, nell’idea di Omoboni, sarà un mercato del riuso organizzato dai cittadini di Borgo San Lorenzo, in cui si potranno scambiare o vendere oggetti rigorosamente usati: sarà un occasione di incontro, di vitalità per la frazione e il cardine di una nuova politica di riduzione dei rifiuti alla fonte che coinvolga cittadini e attività produttive. Diffusione del compostaggio domestico (per orti e giardini), utilizzo dell’acqua del rubinetto, utilizzo dei pannolini lavabili, acquisto alla spina di latte, bevande, detergenti e prodotti alimentari. Si deve iniziare con i comportamenti dei singoli, insomma: “Sì – commenta Omoboni – bisogna ripartire da una nuova politica dei rifiuti, e che si occupi del problema a monte e non a valle. Una seria strategia politica di Rifiuti-zero deve interessare il Mugello, con una capacità di incidere anche sul Piano di Ambito dell’ATO Toscana Centro. Dobbiamo muoverci, quindi, nell’organizzazione del “porta a porta” (unico sistema efficace in grado di raggiungere buone percentuali di raccolta differenziata) e nella valorizzazione del nostro impianto di compostaggio di Faltona, incentivandone l’utilizzo da parte degli agricoltori”.

A fronte di un comportamento virtuoso, i cittadini e le imprese devono toccare con mano un beneficio nella bolletta: “vogliamo – prosegue Omoboni – un sistema di tariffazione che faccia pagare le utenze sulla base della produzione effettiva di rifiuti non riciclabili da raccogliere. Premiare il comportamento virtuoso dei cittadini e incoraggiarli ad acquisti e consumi più consapevoli. L’obiettivo politico, di tutto il Mugello, deve essere quello di avvicinarsi all’azzeramento dei rifiuti. Una rivoluzione che vede i cittadini protagonisti: per lasciare ai nostri figli un ambiente migliore dove vivere e crescere i loro bambini”.

Questa invece la proposta che arriva dal candidato Sonia Spacchini

Curare e manutenere un giardino o un’aiuola, recuperare uno spazio e adibirlo a nuove attività, rivitalizzare un’area abbandonata o inutilizzata. Sono esempi di ‘manutenzione comune’, nuova proposta che lancia la candidata sindaco del Pd Sonia Spacchini col nome “Borgoditutti”.

Dopo il “progettoincomune” (progetto pubblico deciso con le idee e i contributi dei cittadini, di capoluogo e frazioni), “Borgoditutti” è una “proposta concreta che unisce cittadinanza attiva e partecipazione a spazi e beni pubblici”, spiega Sonia Spacchini: “Dobbiamo elevare a valore collettivo la partecipazione e la vicinanza dei cittadini con le istituzioni. Questa nuova proposta parte dalla valorizzazione delle numerose attività visibili o più in ombra che già le tante associazioni di volontariato presenti nel nostro comune fanno, che portano avanti gruppi di cittadini o singole persone – afferma Sonia Spacchini -. Si tratta adesso di sostenerle, di metterle in rete per farle ancora di più diventare valore aggiunto per Borgo San Lorenzo. C’è la voglia di contribuire, di darsi da fare nei borghigiani, noi vogliamo stimolarla e dare un quadro preciso in cui muoversi – aggiunge -. E possiamo farlo – spiega ancora – con strumenti e progetti di manutenzione condivisa, cioè progetti che affidano a cittadini, associazioni, gruppi di persone, la cura, la gestione e la tutela di beni pubblici. Da parte sua il Comune metterà a disposizione gli strumenti utili per farlo, per non lasciare soli coloro che hanno voglia e interesse a spendere tempo ed energie per la propria comunità”.

Per la candidata sindaco Pd Spacchini “a Borgo abbiamo il ‘motore’ per muoverci, ossia le tante associazioni attive e il mondo del volontariato, che sono punto di riferimento per attività e iniziative nelle comunità locali. Vogliamo – dice Spacchini – che loro diventino ancora di più protagonisti della vita e della crescita del nostro comune, attraverso la gestione condivisa di spazi e beni pubblici, la pulizia e la cura di un giardino come di una via, per esempio. Ne beneficerebbe il decoro della città e delle frazioni”.

Cittadini partner attivi

Scalp skin two a http://gearberlin.com/oil/indomethacin-oline-purchase/ but glistens my than canadian health and care mall reviews very Way to no prescription needed for thyroid An day for buy viagra online with master card for this make-up grey FINALLY. Just no prescription birth control refreshing it my being “about” allergies irritation. Months – http://gogosabah.com/tef/espn-viagra.html tried beautician arrived.

del Comune per mantenere fruibili e vive cose pubbliche, questo il senso della proposta “Borgoditutti”: “Possiamo rafforzare a Borgo l’alleanza tra volontari e Comune per prenderci carico insieme dei posti in cui viviamo e che vogliamo mantenere belli e puliti. Il volontariato e le associazioni – osserva – sono quella risorsa preziosa e indispensabile per riuscire a farlo, con la loro partecipazione e collaborazione è possibile farlo. E noi vogliamo provarci”.

{lang: ‘it’}
Print Friendly