BERLUSCONI: Denunciato a Prato per ‘apologia del fascismo’





berlusconi_draghi-classifica forbesSilvio Belusconi e’ stato denunciato per il reato di apologia di fascismo al Tribunale di Prato. L’esposto e’ stato presentato dall’avvocato Francesco Mandarano per conto della signora Meri Nardi, 50 anni tra poco piu’ di un mese, iscritta all’Anpi, l’Associazione nazionale dei partigiani italiani. La denuncia prende spunto dalle dichiarazioni rese dal Cavaliere lo scorso 27 gennaio, Giorno della Memoria, a Milano: ”il fatto delle leggi razziali e’ stata la peggiore colpa di un leader, Mussolini, che per tanti altri versi invece aveva fatto bene”. Nella denuncia, la signora Nardi sostiene che questa frase costituisce ”apologia di fascismo”, ricordando nel testo trasmesso alla Procura toscana tutta una serie di altre dichiarazioni di Berlusconi che avrebbero esaltato Mussolini e il suo regime dittatoriale. ”Silvio Berlusconi ha il chiodo fisso di esaltare Mussolini ed il fascismo”, si legge nell’esposto, ravvisando in una serie di frasi e atti del leader del Pdl ”i reati di apologia del fascismo, peculato per distrazione, voto di scambio e corruzione del corpo elettorale”. Nell’esposto si cita anche il leader della Destra Francesco Storace, le cui dichiarazioni, citate da articoli di stampa, ”integrano i reati di apologia del fascismo e di propaganda razziale”. Si chiede pertanto ai magistrati pratesi di ”procedere penalmente contro il signor Silvio Berlusconi ed il signor Francesco Storace” e la querelante Meri Nardi annuncia fin da ora che si opporra’ ”alla definizione del procedimento con decreto penale di condanna” e ”alla richiesta di archiviazione”.

{lang: ‘it’}
Print Friendly