Almanacco del giorno

Giovedi, 8 Giugno 2017


S. MEDARDO VESCOVO

Il sole sorge alle 04:35 e tramonta alle 19:43 (ora solare)
Luna: 4.09 (tram.) 18.38 (lev.)
Apogeo lunare alle ore 23 – distanza: km. 406.371.

METEO – Seconda ondata di caldo di origine subtropicale in arrivo per il fine settimana con tempo stabile e soleggiato, temperature di 6-7 gradi sopra la media del periodo e deficit pluviometrico che per i mesi di  Maggio e Giugno inizia a diventare preoccupante.


Proverbio del giorno:
Finchè giugno non all’otto, non togliere il cappotto.


Aforisma del giorno:
La superstizione  un’insana paura di Dio. (Marco Tullio Cicerone)

Venerdi 8 giugno 1990 

Mondiali di Calcio in Italia: Iniziano i Mondiali di Italia ’90, dopo anni di polemiche e di lavori, non solo negli stadi e nelle città interessate dalla importante quanto attesa manifestazione calcistica.

L’ultimo Campionato mondiale nel Belpaese risale al 1934, vinto dalla Nazionale di Vittorio Pozzo. A dieci anni dalla fine del secondo millennio tutto è diverso e più difficile, ma il giocare in casa rafforza le già sempre alte aspettative di tifosi e dirigenti.

Delle 106 Nazionali che hanno partecipato ai gironi di qualificazione, solo in 24 giocano le 52 partite della fase finale in 12 stadi diversi. La cerimonia di apertura del Mondiale si svolge nel pomeriggio allo Stadio Giuseppe Meazza di Milano, con Gianna Nannini ed Edoardo Bennato che cantano “Un’estate italiana” (nota anche come “Notti Magiche”), una sfilata di modelli e un concerto del maestro Riccardo Muti.

Alle 18 di venerdì 8 giugno, per la partita inaugurale, scendono in campo l’Argentina di Maradona, campione in carica, e il Camerun. Dal primo incontro arriva un risultato difficilmente prevedibile alla vigilia, soprattutto per come matura. Al 66° gli africani, in dieci, segnano e, pur rimanendo in nove, conquistano la prima vittoria, che sarà determinante per chiudere con quattro punti e al primo posto il girone, precedendo Romania e Argentina, ugualmente qualificate per la fase successiva.

LAVORI DEL MESE 
Continuate i regolari trattamenti a tutte le colture. Preparate gli appezzamenti di terreno per le seconde semine. Controllate gli innesti aggiornando le legature. Continuate a scacchiare le nuove piantine e a spollonare le piante da frutto. Occhio alle impennate di calore intervenendo con adeguate innaffiature.
ORTO
Semine e trapianti in terreno aperto: fagioli e fagiolini di tutti i tipi; lattughe, indivie, radicchi e cicorie; sedano, basilico, prezzemolo; bieta da orto e da taglio; rape, ravanelli, zucche e zucchine; gobbi (cardi), peperoni, melanzane e pomodori. Accompagnate le nuove piantine con innaffiature, rincalzi e legature. Nella seconda metà del mese, trapiantate le nuove piantine di pomodori, per sfruttarle in stagione avanzata. Munite di sostegni fagioli e fagiolini rampicanti.
GIARDINO
Raccogliete i bulbi delle piante sfiorite, riponendoli in luogo asciutto ed arieggiato. Continuate a colmare i crisantemi. Fate talee e margotte. Fate attenzione alle piante in vaso evitando l’eccessiva esposizione al sole e innaffiando. Sfalciate ed irrigate regolarmente il tappeto erboso.
VIGNA E CANTINA 
Proseguite con regolarità il trattamento alle viti, tenendo presente che i prodotti, prima che curativi, sono preventivi. Continuate anche ad eliminare i succhioni. A fi ne giugno o inizio luglio, potete anche cimare le viti (cioè spuntare la parte terminale dei tralci, fi no ad un metro dall’attaccatura. In cantina tenete la temperatura sotto i 18 °C. Controllate, come sempre, livelli e coperture dei recipienti vinari. Giorni adatti ai travasi: dal 9 al 24 Giugno.
{lang: ‘it’}
Print Friendly