ALBERGHI: Le città in cui crescono e quelle (poche!) in cui scendono i prezzi

Dove andare in vacanza…magari spendendo meno. Difficile alla luce di quanto emerso dalle ultime ricerche anche se, in Italia e nel mondo, dei cali di prezzo vanno comunque sottolineati. E’ Venezia la città con gli alberghi più costosi d’Italia. Aumenti anche a Firenze, Milano e Genova, scendono i prezzi a Roma, Torino e Bologna.

E’ quanto emerge dall’analisi dei dati del price radar diffusi da Hrs.com, portale leader in Europa di prenotazioni alberghiere, che ha confrontato su tutte le prenotazioni ricevute nel corso del 2011 il prezzo medio delle camere nelle maggiori città in Italia, in Europa e nel resto del mondo. Rispetto al 2010 i prezzi degli alberghi sono aumentati nella maggior parte delle destinazioni italiane. La città più cara si conferma la perla del turismo italiano, Venezia, con i suoi 123 euro in media per notte e un aumento del 4.38% rispetto all’anno precedente. Milano aumenta i propri prezzi del 3.01% passando da 99 euro a notte a102. L’aumento maggiore si registra a Firenze (+5.36%), dove si spendono mediamente 95 euro per notte, mentre a Genova si paga il 4.45% in più, fino a 98 euro per notte. Scendono i prezzi a Roma, dove i turisti hanno pagato una media di 99 euro a notte rispetto ai 100 dell’anno precedente (-0.50%). Il calo maggiore si registra a Torino che arriva quasi a doppia cifra con un -9.34% (82 euro a notte), mentre Bologna, che si inserisce a sorpresa tra le prime 5 destinazioni italiane più popolari, fa registrare un calo dell’1.41% per una spesa media per notte di 80 euro.

In Europa le destinazioni più popolari sono state Vienna, Parigi, Praga e Amsterdam. Tra le 20 città monitorate, ben 17 hanno fatto registrare un aumento del prezzo medio per notte. La città più cara d’Europa si conferma Zurigo, spinta dal fortissimo franco svizzero che fa lievitare i prezzi del 13% in più rispetto al 2010, con una spesa media per notte di 157 euro. Forti rincari anche a Londra (+8.45%), Istanbul (+7.85%) e Amsterdam (+7.12%). Insieme a Roma, solo Madrid e Budapest fanno registrare un calo dei prezzi (rispettivamente -0.68% e -0.40%), mentre la città più economica d’Europa si conferma Praga (62 euro a notte) nonostante un aumento del prezzo medio del 6.01%.

Fuori dall’Europa l’andamento dei prezzi è disparato. Nelle già care New York, Rio de Janeiro e Sydney i visitatori hanno visto aumentare notevolmente i prezzi. Rio de Janeiro è, tra le città monitorate, quella con l’aumento maggiore. I prezzi sotto il Pan di Zucchero aumentano del 30%. La preparazione ai Mondiali di calcio FIFA del 2014 già sta portando i propri frutti, facendo salire il prezzo medio per camera a 175 euro, quasi al livello della Grande Mela. A New York, città più costosa del mondo già da qualche anno, i turisti devono spendere circa 180 euro a notte. La terza in classifica, dopo NY e Rio de Janeiro, distanziata di molto, è Sydney che, nonostante l’aumento del 16% dei prezzi, rimane molto lontana dalle prime due con i suoi 154 euro a notte.





{lang: ‘it’}
Print Friendly

Trackbacks

  1. […] Milano e Genova, scendono i prezzi a Roma, Torino e Bologna. E’ Continua a leggere la notizia: ALBERGHI: Le città in cui crescono e quelle (poche!) in cui scendono i prezzi Fonte: […]